Contenuto sponsorizzato
Calo della produzione delle mele in Europa, a Prognosfruit dati sottostimati
Franco Benamati direttore commerciale del Consorzio CIO spiega che i Paesi europei riuniti a Lerida non hanno voluto esagerare nel quantificare le perdite di produzione forse per indurre le autorità di Bruxelles ad aumentare dell’1% il fatturato di riferimento
Dal blog di Sergio Ferrari - 03 settembre 2017 - 18:56

La produzione di mele in tutti i Paesi frutticoli dell’Unione Europea sarà quest’anno inferiore a quella del 2016. Le percentuali di calo previste in occasione di Prognosfruit che si è svolta l’11 agosto a Lerida (Spagna) prima delle recenti grandinate sono diverse, come risulta dal seguente elenco.

 

Totale Europa: -21; Polonia -29; Italia -23; Francia –8: Germania -46; Spagna -8; Alto Adige -7; trentino -61; altre regioni italiane -17. La produzione prevista in Europa ammonterebbe a 9,34 milioni di tonnellate a fronte di 11,78 milioni di tonnellate della stagione 2016.

 

Franco Benamati direttore commerciale del Consorzio CIO esprime in proposito la seguente perplessità: i rappresentanti dei vari Paesi europei riuniti a Lerida non hanno voluto esagerare nel quantificare le perdite di produzione. Forse per indurre le autorità di Bruxelles ad aumentare dell’1% il fatturato di riferimento per il finanziamento dei piani di azione delle organizzazioni di produttori. 

Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 13:10

Era nell'aria da mesi, ora è ufficiale. Aperto nel 2012 attraverso un protocollo che impegnava l'Itea (proprietaria dei locali) e Forum Trentino per la Pace (promotore dell'iniziativa), ha visto il succedersi di due diverse gestioni

23 settembre - 15:11

Tante le iniziative in campo tra eventi, divertimento e degustazioni. La pera protagonista della kermesse organizzata dalla Pro loco di Vattaro in sinergia con le realtà agricole e artigiane dell'Altipiano della Vigolana

23 settembre - 06:53

Nel secondo trimestre dell'anno, aprile-giugno, l'occupazione resta invariata. Bene trasporti e manifatturiero, giù 'servizi alle imprese e terziario avanzato'. Luca Rigotti, vice presidente della Camera di commercio: "Quadro generalmente favorevole, ma segnali contrastanti dalla domanda interna, meglio l'export. L'agricoltura darà risultati soddisfacenti"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato