Contenuto sponsorizzato

Dalla Pat 1 milione in meno al Comune di Trento. Andreatta: "Non vogliamo essere beffati da comuni che si oppongono a ospitare 9 richiedenti asilo"

Alessandro Andreatta ha voluto ricordare come "Trento, comune capoluogo, si fa carico di una serie di servizi sovracomunali importanti di tutti i tipi"

Di G.Fin - 14 settembre 2017 - 11:25

TRENTO. “Non vogliamo essere beffati da sindaci che dicono di no all'ospitalità dei profughi 'perché troppo giovani' e perché sono 9, un numero che spaventa”. Alessandro Andreatta, sindaco di Trento, non lo cita ma il riferimento è chiaro. Le parole sono per il collega di Mezzolombardo, Christian Girardi e per la sua opposizione alla volontà della Giunta provinciale di ospitare in una casa di proprietà della Patrimonio nove richiedenti asilo.

 

La presa di posizione del sindaco Andreatta è inserita in un discorso più ampio nato dal fatto che arriveranno meno soldi da parte della Provincia. Secondo i primi dati, infatti, per il bilancio 2018 che verrà approvato a dicembre, la riduzione del trasferimento dalla Pat al Comune sarà di 1 milione di euro. “Nessuna sorpresa” ha precisato il primo cittadino, spiegando che già negli anni scorsi si conosceva la situazione e che con il passare del tempo le risorse sarebbero diminuite.

 

“La nostra posizione – ha spiegato il sindaco – rimane molto chiara anche se tuttavia ribadiamo che Trento, comune capoluogo, si fa carico di una serie di servizi sovracomunali importanti di tutti i tipi. Non soltanto per l'ospedale, per le scuole superiori e l'università ma anche perché mette a disposizione le proprie strutture e i propri parchi in ogni ambito e molto altro”.

 

Non ultimo, ha chiarito Andreatta, anche l'importante lavoro che l'Amministrazione e l'intera città sta portando avanti nel settore dell'accoglienza. Un impegno che altri comuni della provincia non sembrano voler assumere.

 

“Abbiamo garantito l'accoglienza a profughi e richiedenti asilo – continua Alessandro Andreatta - per volontà del Governo prima di tutto e poi della Provincia. Alcuni invece credono che dobbiamo pensare prima a noi. Questo non è il nostro modo di ragionare e forse proprio per questo ci dovrebbe essere qualche riconoscimento”.  

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 maggio 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 maggio - 06:01

Sarà una camminata che partirà da piazza della Mostra e terminerà in piazza della Portela. Franco Dapor dell'associazione Rinascita di Torre Vanga: "Invitiamo tutti i cittadini a partecipare. Chiediamo alle istituzioni maggiore costanza nei controlli" 

21 maggio - 11:22

Lorenzo Conci l'ha definito "leone da tastiera" in un post che commentava la conferma della condanna di Rizzi per le pesanti parole usate dall'animalista nel giorno della morte di Diego Moltrer. Querela anche per due utenti che hanno commentato il post

21 maggio - 11:24

Doppio diario, dalla Francia e dal Sud Italia. In un caso direzione Bardonecchia dopo aver attraversato l’umanità che, cercando di non far rumore,  nei camion e nei boschi e sotto i ponti cerca un'opportunità. Nell'altro, direzione Lecce, tra gli operatori dello Sprar di Campi Salentina

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato