Contenuto sponsorizzato

Elezioni, rispunta la candidatura di Vittorio Fravezzi su Rovereto. E Mellarini 'costretto' alla sfida in Valsugana

La sua rielezione sembrava tramontata ma Dellai spinge perché si ripresenti sul collegio senatoriale che lo ha eletto nel 2013. Di conseguenza toccherebbe a Mellarini spostarsi su quello più insidioso di Pergine. Il braccio di ferro è già iniziato

Di Donatello Baldo - 17 gennaio 2018 - 19:43

TRENTO. Sembrava ormai fuori dai giochi, obbligato alla regola dell'ubi maior minor cessat in favore di Tiziano Mellarini, il segretario dell'Upt che finiti i mandati nella Giunta provinciale vuole ora un seggio in Parlamento. Ma ecco che nelle ultime ore Vittorio Fravezzi riemerge dell'oblio e la sua candidatura prende quota nuovamente. 

 

Che cosa succede i casa Upt? Succede che Dellai è quasi certo che un seggio glielo garantisca il Pd, all'interno del patto che si sta confezionando a livello nazionale. Civica Popolare, la sua nuova formazione politica che si è inventato con la ministra Beatrice Lorenzin, dovrebbe ottenere sei posti sicuri tra Camera e Senato. Per lui, per Lorenzin e per altri componenti del suo gruppo. 

 

Se fosse così, l'ex governatore lascerebbe libero il collegio della Valsugana, quello più incerto per il centrosinistra, e lì dovrebbe andare Tiziano Mellarini. Quest'ultimo vorrebbe Rovereto, che dà più certezze di vittoria, il collegio in cui si trova il suo bacino elettorale: Tiziano Mellarini abita a Mori, è stato sindaco di Ala.

 

Ma Fravezzi, che una legislatura in Parlamento già l'ha fatta, è sindaco di Dro e al Senato nel 2013 è stato eletto proprio a Rovereto. Quello sarebbe il suo collegio naturale. Mellarini è segretario, è assessore alla Cultura e alla Protezione Civile. I suoi voti sono sparsi dappertutto, la sua candidatura è di spessore provinciale. 

 

Tra i due, dovrebbe andare lui a misurarsi in Valsugana, Fravezzi sembrerebbe paracadutato lì per un gioco di incastri difficile da spiegare agli elettori. La questione è proprio questa adesso, in Valsugana chi ci va? Fravezzi o Mellarini? Chi accetta la sfida del collegio più insidioso?

 

Dellai sembra spingere perché il segretario lasci Rovereto in favore di Fravezzi. Ma Mellarini punta i piedi, lui fin dal primo giorno ha opzionato il collegio senatoriale di Rovereto, vuole candidarsi lì. Punto. Tra poche ore si dovrà decidere e il braccio di ferro sembra sia iniziato già da giorni. 

 

Alla fine deciderà la coalizione, tenendo ben presente che le elezioni non servono per garantire all'uno o all'altro un posto in Parlamento, ma per far vincere le idee, i progetti. Servono anche per conquistare seggi, sconfiggere l'avversario, ma in un'ottica che guardi un po' più al di là del proprio tornaconto personale. 

 

 

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 agosto 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 agosto - 19:07

Dopo la presa d'atto che il governatore uscente non sarà più il candidato della coalizione, il Patt è in subbuglio. Alcuni stanno sondando l'ipotesi del centrodestra mentre il segretario avrebbe molti dubbi sulla decisione di rompere con il centrosinistra. Rossi è comunque isolato, per questo vuole correre da solo

19 agosto - 15:32

Questa mattina si è rischiata l'ennesima tragedia sulla Valsugana. Una Golf ha colpito una station wagon e poi si è data alla fuga. Il proprietario, Massimo, si è salvato per un pelo ed è riuscito a fotografare la macchina che però non aveva la targa posteriore

19 agosto - 19:03

E' successo tra Predazzo e Bellamonte, quando all'altezza della piscina un centauro ha perso il controllo della moto in curva. Conducente e passeggera trasportati all'ospedale di Cavalese

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato