Contenuto sponsorizzato
Codemo beffa il generoso Crescioli alla Coppa d'Oro. I trentini Zambanini e Slomp nella top ten

Ciclismo. In archivio la decima edizione della manifestazione organizzata dal Veloce club Borgo. I trentini Sandri e Zanei chiudono rispettivamente al quattordicesimo e diciottesimo posto

I vincitori della cinquantesima edizione della Coppa d'Oro (foto Daniele Mosna)
Pubblicato il - 11 settembre 2017 - 20:13

BORGO. Marco Codemo (Valcavasia junior team) beffa in volata un generoso Giosuè Crescioli (Empolese) e si aggiudica l'edizione numero 50 della Coppa d'Oro di domenica 10 settembre. Chiude al terzo posto a 14 secondi dalla coppia di testa il campione italiano allievi Giovanni Vito (Cage-Capes Silvana).

 

Il plotone di 362 ciclisti non delude le attese nella manifestazione borghigiana e il maltempo non ferma lo spettacolo. I primi 20 chilometri scorrono via lisci, quindi Antonio Tiberi, Davide De Pretto e Luigi D'Aniello movimentano la gara in corrispondenza di Ischia e vanno in fuga.  

 

I portacolori del Veloce club Borgo non restano a guardare: Edoardo Sandri e Lorenzo Pasini raggiungono i battistrada in compagnia di altri quattro corridori, tra i quali anche Giovanni Vito. Tutto rientra e nel corso della gara Giosuè Crescioli diventa protagonista e porta diversi attacchi per cercare di scrollarsi il gruppo dei migliori di dosso. 

 

Il gruppo si assottiglia sempre di più, quindi a Strigno il ciclista dell'Empolese prova ancora a scattare e questa volta sembra la volta buona: nessuno riesce a tenere il passo della sua azione. La pedalata di Crescioli è buona e il vantaggio aumenta, mentre dietro, ben staccati, resistono solo cinque ciclisti. 

 

A Telve, quando mancano tre chilometri al traguardo, Codemo rompe gli indugi e alza i giri del motore, affrontando la discesa in modo particolarmente aggressiva e raggiunge il fuggitivo: negli ultimi cento metri il ciclista targato Valcavasia junior team è più brillante e chiude braccia al cielo sotto il traguardo di via Spagolla.

 

Il primo dei trentini è Edoardo Zambanini (Ciclistica Dro) al nono posto, Samuel Slomp (Veloce club Borgo) subito alle sue spalle in decima piazza, quindi Edoardo Sandri (Veloce club Borgo) e Alessio Zanetti (Veloce club Borgo) chiudono le rispettive prove al quattordicesimo e diciottesimo posto.  

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 Novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Guarda le edizioni precedenti
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 novembre - 18:54

Il progetto è portato avanti dalla start up Green Code di Rovereto. Bloccando l'ormone della maturazione si allungherà la vita del frutto fino al 50%

23 novembre - 19:21
Le zone italiane più vocate al vino registrano un produttore/imbottigliatore mediamente ogni 8 ettari. In Trentino la media si attesta intorno a 1 ogni 70 ettari, mentre i 'cugini' altoatesini ne hanno 1 ogni 30, nonostante gli ettari vitati siano 5 mila. Il Consorzio: "Serve una riflessione condivisa sull'identità della nostra realtà"
23 novembre - 12:40

Dopo il successo dell'anno scorso gli appuntamenti ritornano in città.L’evento prende spunto dall'inserimento del capoluogo nella classifica delle prime dieci smart cities al mondo secondo l’IEEE ranking. Un progetto che nasce dalla collaborazione tra Comune e Provincia, Fbk e Università e Consorzio dei Comuni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato