Contenuto sponsorizzato

Bollino blu per venti laghi: stagione balneare al via dall'1 maggio

Analisi supplementari dopo l'apertura della galleria dell'Adige per il maltempo: anche il Garda supera il test

Pubblicato il - 21 dicembre 2018 - 15:58

TRENTO. Al momento, tra freddo e ghiaccio, la voglia di un tuffo non c'è proprio. Ma la buona notizia arriva lo stesso per 20 laghi trentini: la qualità dell'acqua eccellente" e saranno balneabili a partire da maggio.

 

Il monitoraggio ha interessato 39 punti di prelievo (di cui 8 per il Garda e 9 per Caldonazzo) corrispondenti alle spiagge frequentate dai bagnanti, per le quali la stagione balneare inizierà l'1 maggio per finire il 30 settembre 2019.

 

"Bollino blu": la giunta provinciale, su iniziativa dell'assessore alla Salute Stefania Segnana, ha individuato le spiagge idonee alla balneazione per la prossima stagione estiva, sulla base dei prelievi fatti negli scorsi mesi. Lo stato delle acque e delle spiagge ha registrato il massimo punteggio: "eccellente".

 

In nessuna spiaggia, fanno sapere da Piazza Dante, sono stati rilevati valori anomali. Ad occuparsi del monitoraggio è l'Azienda provinciale per i servizi sanitari, in collaborazione con l'Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente

 

Caldonazzo, Canzolino, Cei, Garda, Idro, Lagolo, Lamar, Lases, Lavarone, Ledro, Levico, Molveno, Piazze, Santo, Serraia, Tenno, Terlago, Cavedine, Nembia e Roncone: questi dunque i 20 laghi dove la prossima estate si potrà fare un bagno.

 

I controlli, ora terminati, iniziano in genere al termine della stagione balneare e prevedono la classificazione e l'individuazione delle acque di balneazione. A ogni controllo vengono rilevati parametri ambientali (quali la temperatura dell'aria e dell'acqua, il vento, la corrente e le onde), vengono condotte ispezioni di natura visiva (per individuare residui bituminosi, vetro, plastica, gomme e rifiuti) e vengono prelevati campioni d'acqua destinati all'analisi batteriologica in laboratorio.

 

Un controllo supplementare, pensato a garanzia della salute pubblica, ha interessato in via preventiva il Garda in seguito all'ondata di maltempo di ottobre. In quell'occasione, per evitare danni a sud di Rovereto e nel Veronese, era stata infatti aperta la Galleria Adige-Garda. Il monitoraggio 2018 era stato concluso antecedentemente: di qui la decisione di condurre ulteriori controlli prima dell'apertura della stagione balneare.

 

I risultati delle attività di controllo effettuate sono disponibili sul sito dell'Azienda sanitaria.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 febbraio - 05:01

Dopo due estati di accese battaglie tra "Green days" e accesso a numero chiuso, il Comitato per la salvaguardia dei passi dolomiti incassa il successo. Finazzer: "Una buona notizia, ma non abbassiamo la guardia". Per la vignetta potrebbe servire il via libera anche del Veneto

19 febbraio - 18:02

Il covo della cellula è stato individuato in una casa isolata a Bosco di Civezzano. Questo il luogo dove falsificavano i documenti  per garantirsi la clandestinità e progettare atti di eversione in Italia e all’estero

19 febbraio - 19:56

I risultati arrivati dalla piattaforma Rousseau sull'autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini non sono stati quelli che gran parte del M5S in Trentino si aspettava. Per il consigliere Degasperi "Non si possono cambiare le regole quando non piacciono e tenere quelle che fanno più comodo". Per Alex Marini: "Sarebbe stato preferibile il ministro Salvini avesse potuto difendere il proprio operato di fronte ad un giudice"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato