Contenuto sponsorizzato

Sci, approvato l'allargamento della pista Olimpia 3 in val di Fiemme

Previste tre nuove tranche per i principianti

Pubblicato il - 31 dicembre 2018 - 17:18

TRENTO. Buone nuove per gli appassionati di sci: la pista Olimpia 3, del comprensorio sciistico Alpe Cermis nel comune di Cavalese si allarga.

 

La valutazione positiva, con prescrizioni, in ordine alla compatibilità ambientale del progetto di realizzazione della variante della pista è stata espressa dalla giunta provinciale su proposta del vicepresidente Mario Tonina.

 

L’intervento vedrà dunque la realizzazione di tre nuovi tratti di pista in affiancamento a quella esistente che da località Doss dei laresi scende fino al fondovalle. Si tratterà in sostanza di tre innesti al tracciato esistente dedicati ai principianti.

 

La pista, fanno sapere da Piazza Dante, attraversa aree in parte boscate e in parte adibite a pascolo e "non rientra in aree naturali protette", sarebbe interessata da un eventuale pericolo valanghe.

 

Le prescrizioni della giunta riguardano la modalità di realizzazione dell'intervento. Il progetto, che si sviluppa all'interno del sistema della aree sciabili indicate dal Piano urbanistico provinciale, è stato sottoposto alla procedura di Valutazione di impatto ambientale ed è stato presentato dalla società Funivie Alpe Cermis.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 aprile - 12:47
Questa pratica di utilizzare i teli è stata sperimentata nel 2011 sul ghiacciaio Presena sul Tonale. Un provvedimento importante, ma non risolutivo, ormai i ghiacciai si ritirano in modo sempre più evidente e veloce. Serve in particolare per salvare la stagione invernale
26 aprile - 06:01

Magari sono studenti "fuori corso", ma sembra che ognuno abbia il suo compito, c'è quello che gestisce e controlla dall'esterno, un palo all'interno per monitorare gli spostamenti degli uomini della sicurezza e quindi solitamente in cortile ecco il mercato, si contratta e acquista

25 aprile - 21:44

Tra i primi, in assoluto, a mobiliarsi per intercettare possibili radiazioni scese in campo il laboratorio di Fisica atomica e molecolare della Facoltà di Scienze di Povo, sopra Trento. Il professore Zecca: "Il ruolo degli scienziati è essenziale per rilevare e divulgare possibili – anche minimi, quasi impercettibili – pericoli per la qualità della nostra vita"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato