Contenuto sponsorizzato

''Quest'anno -50% del raccolto ma prodotto eccellente. I prezzi non cambiano per andare incontro a periodo difficile del consumatore'', Viesi sulla stagione delle castagne

Ormai ci si avvia a terminare il raccolto in praticamente tutti i 250 ettari del Trentino vocati a castagneto. Fulvio Viesi: "A fronte di piante molto cariche e ricci in abbondanza, la produzione è di livello medio-basso. Non ci sono ripercussioni invece sulla qualità. E finalmente ripartono anche le varie Feste e castagnate". Il presidente dell'Associazione tutela del marrone di Castione a Roma: "Servono aiuti per sostenere un comparto che porta avanti tradizione secolare"

Foto di P. Perazzolli
Di Luca Andreazza - 12 ottobre 2021 - 21:26

TRENTO. Un prodotto di qualità ma poca quantità. "Si stima un -50% per quest'anno: le castagne sono eccellenti e belle, però la siccità e le alte temperature dell'ultimo mese hanno comportato diversi problemi". A dirlo Fulvio Viesi, presidente dell'Associazione tutela del marrone di Castione. "Nonostante le difficoltà comunque si è riusciti a reggere piuttosto bene: sono maggiori i danni in Veneto e Toscana, più in generale sulla dorsale dell'Appennino".

 

Ormai ci si avvia a terminare il raccolto in praticamente tutti i 250 ettari del Trentino vocati a castagneto. "Solitamente - dice Viesi - ci si attesta a 1.500 quintali annui, un terzo raccolto a Castione. A fronte di piante molto cariche e ricci in abbondanza, la produzione è di livello medio-basso. Non ci sono ripercussioni invece sulla qualità: i marroni questa stagione sono assolutamente eccellenti. Nonostante il dimezzamento della quantità, l'intenzione è quella di attuare una politica di contenimento del costo e di mantenere il prezzo invariato a 7 euro/chilo per andare incontro alle esigenze del consumatore e rispondere alla crisi innescata da Covid. Ma il prodotto ha un valore superiore per le proprietà organolettiche e anche di tipo immateriale".

 

Insomma, nonostante un'annata non proprio indimenticabile sul piano della quantità, si respira grande fiducia sull'Altipiano. Dopo lo stop di 12 mesi fa a causa della diffusione del Covid, si riprendono anche le iniziative a conclusione del periodo di raccolta. Un doppio appuntamento a Brentonico con la "Festa del marrone di Castione" (23-24 e 30-31 ottobre) al parco Cesare Battisti.


"E' sempre un momento importante - aggiunge il presidente dell'Associazione tutela del marrone di Castione - per raccontare una tradizione secolare e la storia del paesaggio, senza dimenticare la distribuzione e la vendita di castagne. Queste iniziative sono arricchite dalla musica, dal Coro della Sosat e da molte attività per le famiglie. E' un ulteriore segnale di ripartenza per il territorio". 

 

Il numero uno dell'Associazione tutela del marrone di Castione è inoltre reduce a luglio dell'audizione alla Camera dei deputati per fare il punto sul settore delle castagne: "Sono tra i 12 saggi del comparto e rappresento le esigenze del Trentino - evidenza Viesi - ho potuto portare a questo tavolo le nostre idee per la nuova legge con l'obiettivo di favorire lo sviluppo e la valorizzazione di una castanicoltura sostenibile: un'attività totalmente naturale e che non ricorre a trattamenti".

 

Potature e innesti, ma anche inserimento di insetti antagonisti per sconfiggere il cinipide che si mangia le foglie del castagno. "I produttori devono essere aiutati con la ricerca ma anche con il sostegno per le attività di cura delle piante perché drenano quelle risorse necessarie poi a effettuare altri investimenti. I castanicoltori portano avanti un grandissimo lavoro di cura del territorio e del paesaggio: se si può promuovere il foliage, l'abbinamento vino e castagne, dolci e così via è per l'impegno di intere famiglie che in silenzio operano e lavorano su alberi secolari e di grandissimo valore naturale", conclude Viesi.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 1 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
01 dicembre - 20:22
A seguito delle dimissioni del comandante dei vigili del fuoco di Imer nelle scorse ore a rimettere il proprio incarico sono stati anche il [...]
Cronaca
01 dicembre - 19:55
Trovati 188 positivi, 3 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 138 guarigioni. Sono 52 i pazienti in ospedale. Sono 843.595 le dosi [...]
Cronaca
01 dicembre - 19:26
Oggi all'Adige il numero uno di Patrimonio del Trentino ha spiegato che ''l'abbiamo provata per un mese (..) ma abbiamo chiesto di cambiarla'' [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato