Riccardo Petroni

studioso del Gesù storico

Da oltre 40 anni è appassionato studioso del Gesù della storia, di Yehoshua ben Yosef, Rabbino nella Palestina del I Secolo. Dopo interessantissimi approfondimenti effettuati presso le Comunità ebraiche di Milano, Verona e Roma, ha pubblicato “Yehoshua ben Yosef detto Gesù – La sua vera storia – la forza delle sue idee”, “Il Vangelo Segreto di Gesù”, “Gesù di Betlemme” e “Il Ritorno alla Casa di Israele (il Noachismo)”. Con questo blog si prefigge di trasmettere nel modo più semplice possibile i passaggi fondamentali della vita terrena di Gesù, dalla nascita alla morte e del suo altissimo pensiero, totalmente di tradizione ebraica, vera e propria “Carta di Diritti Umani” ante-litteram. E’ nato nel 1951 è stato Direttore della Banca di Roma Trento, Direttore Generale della Cassa Rurale di Rovereto ed Amministratore Delegato della Metalsistem Goup e Corporate Spa – Rovereto. Da otto anni svolge attività di volontariato di prima linea con diverse associazioni trentine.

 

Società
30 Marzo 2021 - 15:03

Era il 22.10.2020 quando Papa Francesco si espresse ufficialmente così: “Le persone omosessuali hanno diritto di far parte di una famiglia.

Cultura
14 Marzo 2021 - 19:03

Stamani alla radio hanno passato “Dio è morto”, scritta da Francesco Guccini nel 1965 (avevo 14 anni), ma portata al grande successo dai Nomadi di

Società
13 Febbraio 2021 - 14:02

A seguito dei miei precedenti articoli del 25.1.2021, 1.2.2021 e 7.2.2021 su questo Blog (LEGGI QUI), sul tema “i senzatetto a Rovereto

Cronaca
07 Febbraio 2021 - 15:02

Faccio seguito ai miei articoli su questo mio Blog (LEGGI QUI) e all’articolo del Dolomiti del 3.2.20

Cronaca
01 Febbraio 2021 - 12:02

Faccio seguito al mio articolo del 25.1 scorso su questa testata, dal titolo “A Rovereto si muore di freddo: la storia di Maati ci ricorda che non va tutto bene.

Società
27 Gennaio 2021 - 13:01

Mercoledì 27 gennaio 2021 è la “Giornata della Memoria”, nella quale si commemorano a livello mondiale le vittime “dell’Olocausto”, della “Shoah”.

Cronaca
25 Gennaio 2021 - 18:01

E così Maati, nostro fratello più sfortunato, è morto. A 57 anni, da solo, nell’Ex Macello di Mori. Di freddo. Lo ripeto: di freddo.

Pagine