Contenuto sponsorizzato

Possibile un'invasione di cavallette anche in Trentino?

La risposta arriva Paolo Fontana ricercatore della Fondazione Mach che durante i 16 anni trascorsi presso l’Istituto di Entomologia agraria dell’Università di Padova si è occupato attivamente di cavallette partecipando a missioni scientifiche o di soccorso in diversi Paesi del mondo
Dal blog di Sergio Ferrari - 14 giugno 2019 - 19:36

E’ possibile che un’invasione di cavallette simile a quella che si sta registrando in Sardegna possa verificarsi anche nel nord Italia e quindi anche in Trentino? Risponde Paolo Fontana ricercatore della Fondazione Mach che durante i 16 anni trascorsi presso l’Istituto di Entomologia agraria dell’Università di Padova si è occupato attivamente di cavallette partecipando a missioni scientifiche o di soccorso in diversi Paesi del mondo. Invasioni di grande portata si sono verificate nel Veneto qualche secolo fa, ma è improbabile che si ripetano.

 

Danni da cavallette in zone circoscritte e provocate da specie diverse da quella che sta interessando la Sardegna sono stati rilevati anche in anni recenti sui monti Lessini in Valpolicella. La specie al centro dell’attuale invasione che interessa 2000 ettari di terreni incolti e abbandonati della Sardegna si chiama Dociostaurus maroccanus.

 

Attribuire l’invasione ai cambiamenti climatici è riduttivo. Si sa che nella zona interessata era stato introdotto un coleottero predatore delle uova che vengono deposte nel terreno (grillare). Difficile stabilire la causa della improvvisa esplosione numerica della popolazione. Le cavallette possono attraversare fasi di vita solitaria e fasi di vita gregaria che si alternano con periodicità non sempre prevedibile.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 19:17

Dopo la querelle legata alla rinuncia di un milione di euro in materia integrazione, questa volta il riferimento va alle incertezze legate al finanziamento delle attività formative finalizzate all'inclusione lavorativa e sociale di persone svantaggiate, dai disabili ai detenuti, dagli stranieri fino alle donne vittime di violenza

19 settembre - 18:33

Il 19 settembre 1991 veniva ritrovato sulle montagne tra Austria e Italia il corpo di un uomo di più di 5000 anni fa. L'incredibile scoperta apriva una stagione di grandi ricerche ma nono solo. Su Ötzi è stato fatto di tutto: dal ricostruire la sua voce al realizzare film e canzoni (e ha dato anche il nome a un noto DJ tirolese)

19 settembre - 19:04
L'allarme è scattato intorno alle 15.30 a causa di un mezzo pesante in panne per un'avaria del motore all'interno della galleria di Martignano. Un autoarticolato ha avuto problemi al motore, un principio di incendio e il fumo ha invaso il tunnel
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato