Contenuto sponsorizzato

Gelicidio e maxi incidente in Valsugana, l'esperto: ''La pioggia e la temperatura sotto lo zero hanno ghiacciato la strada''

I dati registrati dalla stazione di MeteoTriveneto a Selva di Grigno mostrano come la temperatura fosse sotto zero da prima della mezzanotte, con una minima di -3,1 gradi. La strada si è trasformata in una trappola per una trentina di veicoli, compresi i soccorsi

Di Luca Andreazza - 14 gennaio 2019 - 12:48

TRENTO. Una serie di incidenti e tamponamenti a catena, auto fuori strada e una trentina di veicoli coinvolti, comprese ambulanzecarabiniericamion e mezzi pesanti. E' successo tra Grigno e Primolano, quando la strada si è trasformata in una lastra di ghiaccio a causa del gelicidio (Qui articolo). Una situazione dovuta a 0,4 millimetri di pioggia, temperature sotto lo zero e anche un po' di vento.

 

Un fenomeno che si verifica quando in quota arriva aria calda (in questo caso favorita anche dal Foehn), che porta quindi a precipitazioni piovose, mentre al suolo la temperatura è sotto lo zero e soprattutto le superfici sono sotto lo zero.   La pioggia ha quindi raggiunto il terreno (ed il manto stradale) e al contatto con lo stesso, essendo la temperatura sotto lo zero, si è congelata, quindi ecco spiegato il gelicidio o pioggia congelantesi.

 

"Il promontorio di alta pressione sull’Atlantico e una circolazione depressionaria sull'Europa dell'Est - spiega Giampaolo Rizzonelli di MeteoTriveneto - hanno dirottato ancora correnti settentrionali sulle Alpi. Un fronte che ha portato Stau sul versante nord della catena alpina, ma anche 'sfondato' in Italia per portare precipitazioni abbondanti sulla fascia di confine (Brennero e Valle Aurina), mentre altre precipitazioni si sono spinte fino a raggiungere la Val di Fassa e Fiemme".

 

Sul resto della nostra provincia è arrivato invece il Foehn, accompagnato da qualche debole precipitazione, come in Valsugana, dove è piovuto, pochissimo, ma quanto basta per provocare il gelicidio e l'enorme sequenza di incidenti di questa mattina. 

"E' dovuto alla presenza di aria più calda in quota - dice l'esperto di MeteoTriveneto - scaldata anche dal Foehn, nonostante la temperatura al suolo fosse inferiore allo zero. La pioggia ha raggiunto il terreno e il manto stradale: il contatto e la temperatura hanno causato il gelicidio o la pioggia congelantesi".

 

Un quadro confermato dalla stazione dell'Associazione MeteoTriveneto installata a Selva di Grigno” dove si vede chiaramente come la temperatura fosse sotto lo zero da già prima della mezzanotte fino a raggiungere i -3,1 gradi di minima

Il termometro è rimasta sotto zero da poco prima di mezzanotte fino alle 8 circa. Tanto basta per formare il gelicidio e causare quanto successo in Valsugana.

 

"Interessante anche l'effetto del Foehn - conclude Rizzonelli - nel giro di poche ore ha riportato la temperatura a raggiungere i 10 gradi e questo ha accelerato e influito sui processi che portano alla pioggia congelantesi".

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 giugno 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 giugno - 06:01

I requisiti per la captivazione dell'orso ci sarebbero in quanto viene considerato problematico e troppo confidente. Anche i numeri ci sarebbero per procedere, ma a mancare per l'ok alcune criticità legate a formazione, informazione e prevenzione. Quelle serate che organizzava il centrosinistra nei territori erano propedeutiche anche per adempiere al piano Pacobace

26 giugno - 22:13

Dopo una mattinata dedicata alle celebrazioni in onore di San Vigilio, la Disfida regala ancora un grande spettacolo prima dei fuochi d'artificio a chiudere la kermesse numero trentasei

26 giugno - 21:03

Dal Comune all'Apt, da Trentino Marketing alla Provincia, c'è grande amarezza per il passo indietro dei giallorossi a 72 ore dal raduno. Si valutano quali clausole dell'accordo salvare, ma le penali si aggirano intorno ai 400 mila euro, cioè il costo del ritiro, che sarebbe stato quattro volte tanto rispetto a due anni fa 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato