Contenuto sponsorizzato

Guidavano il camper (con a bordo le famiglie) con tasso alcolemico triplo rispetto ai limiti, fermati due guidatori

Sono stati fermati in Val di Non due camperisiti in queste condizioni la vigilia di ferragosto. I carabinieri hanno anche recuperato 25 grammi di marijuana nella stanza di un diciassettenne di Cagnò

Pubblicato il - 16 agosto 2019 - 11:02

CLES. Cinque patenti saltate per guida in stato di ebrezza o sotto l'effetto di droghe con due camperisti che si aggiravano per le strade della Val di Non con a bordo le loro famiglie e tasso alcolemico rispettivamente di 1,7 e 1,44 g/litro. Nell’ultima settimana i carabinieri della Compagnia di Cles hanno dato corso ad una più intensa “attività di controllo del territorio” in concomitanza con il ponte ferragostano.

 

Le severe sanzioni previste dal codice della strada per i casi di guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di droghe non sempre bastano, evidentemente, a frenare comportamenti imprudenti e così, in pochi giorni, ben 5 automobilisti si sono visti ritirare la patente a causa delle predette infrazioni. Per 3 di essi il ritiro del documento di guida è stato determinato dall’eccessivo indice di alcolemia, stabilito in valori ben più alti del livello di tolleranza stabilito in 0,5 g/litro.

 

Quelli più alti, come detto, accertati rispettivamente in 1,70 ed 1,44 g/litro, li hanno fatti segnare due camperisti che, nel pomeriggio della vigilia di ferragosto, se ne andavano in giro per la Val di Non con le loro famiglie in questo stato.

 

Controlli sono stati eseguiti anche presso le diverse feste e sagre di paese, eseguiti anche da personale in borghese e con il supporto di unità cinofile della Guardia di Finanza, che hanno portato al sequestro di circa 35 grammi di marijuana. Gran parte del richiamato quantitativo di droga, vale a dire 25 grammi, è stato recuperato all’interno della cameretta di un diciassettenne residente in Cagnò, nel corso di una perquisizione (il ragazzo è stato denunciato all’autorità giudiziaria minorile).

 

La restante quantità di “erba” è stata sequestrata, in diverse modiche quantità, a 6 ventenni e ad un diciassettenne, che la detenevano per uso personale, i quali saranno “segnalati” alle competenti autorità di governo. A 2 di loro, vale a dire a quelli che al momento dell’accertamento erano alla guida di un’auto, i militari hanno anche ritirato la patente.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 agosto - 23:22

La consigliera provinciale del Patt interviene sul tema e spiega: ''Il fatto che non sia mai stata data risposta alle due interrogazioni che ho depositato, mi fa pensare che non si sia voluto farlo per non esplicitare dei dati che erano prevedibili''. Su tutti i numeri sui parti cesarei che a Cavalese sono i più alti della provincia nonostante i parti a rischio vengano trasferiti a Trento

21 agosto - 18:16

L'ex primo cittadino della città scaligera non risparmia nulla al leader della Lega, il responsabile della crisi di Ferragosto: "Salvini a lezione da Giuseppe Conte, che gli ha spiegato il senso delle istituzioni democratiche e di fronte al Paese lo ha inchiodato davanti alle sue responsabilità definendolo sleale, bugiardo, opportunista, assenteista e completamente ignaro dell'abc costituzionale"

21 agosto - 16:04

Salito in Piazza Dante senza biglietto da subito ha fatto resistenza ai verificatori che erano a bordo. Questi compreso che il ragazzo era in stato di alterazione e viste le tante persone a bordo (comprese famiglie con bambini) hanno chiamato le forze dell'ordine ed hanno atteso che il giovane tentasse di scendere prima di agire

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato