Contenuto sponsorizzato

Il vento è troppo forte e l'aereo finisce fuori dalla pista, paura ad Asiago

E' successo ieri pomeriggio a un velivolo dell'aeroclub di Bolzano. A bordo l'istruttore e un allievo pilota

Pubblicato il - 14 luglio 2019 - 14:23

ASIAGO. E' il secondo incidente in due giorni all'aeroporto di Asiago. Giovedì era toccato a un ultraleggero atterrare senza riuscire ad aprire il carrello (QUI ARTICOLO), ieri pomeriggio invece un aereo turistico è finito fuori dalla pista per colpa di una forte folata di vento.

 

Fortunatamente in entrambi i casi non si sono verificati feriti ma la paura è stata tanta ed è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco per garantire la sicurezza dei passeggeri e della struttura. Infatti ieri, dopo l'incidente, il velivolo ha cominciato a perdere molto carburante e per i pompieri è stato necessario travasare 150 litri di potenziale combustibile su dei contenitori. Un'operazione, questa, che è durata per oltre due ore e mezza.

 

L'incidente è avvenuto intorno alle 15 ed ha visto protagonista un piccolo aereo da turismo con a bordo un allievo pilota e l’istruttore dell’Aviat Aircraft Husky model A-1B dell’aeroclub di Bolzano. L’aereo era in fase di decollo quando la folata di vento lo ha spinto fuori pista facendogli urtare un terrapieno danneggiando il carrello, l’elica e il fondo della carlinga.

 

Subito sono stati chiamati i vigili del fuoco oltre alla squadra di sicurezza dell’aeroporto che hanno aiutato i piloti a uscire e messo in sicurezza il velivolo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 luglio - 06:01

Il 15 luglio il ministro Salvini ha mandato una circolare a tutti i prefetti. L’obiettivo del Viminale è quello di avere un quadro chiaro sui campi abusivi "per predisporre un piano di sgomberi". Franzoia: " A queste persone devono essere offerte delle alternative. Il Governo dovrebbe stanziare delle risorse che invece non ci sono"

 

 

23 luglio - 08:24

Le violenze sono iniziate circa due anni fa. Il compagno si è trasformato in una vero e proprio aguzzino. Ad inizio luglio, però, ha trovato il coraggio di denunciarlo e l'uomo è stato subito arrestato 

22 luglio - 19:22

In aula il presidente della Provincia ha ribadito più volte che non c'è compatibilità tra grandi carnivori e agricoltura e allevamento di montagna rischiando di svilire dei progetti apprezzati e premiati in tutta Europa che possono essere migliorati ma hanno già raggiunto grandi risultati (170.000 euro di danni in un anno per le 100-120 unità tra orsi e lupi sono circa 1.500 euro a grande carnivoro, cifre migliorabili ma comunque molto basse)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato