Contenuto sponsorizzato

L'orso fa razzia tra le arnie vicino a Terlago e lascia il suo zampone come ''firma''

Due sere fa una decine di arnie son ostate distrutte da un plantigrado che si è avvicinato all'abitato di Covelo. L'orso è attratto soprattutto dalle larve delle api ricche di proteine

Di Luca Pianesi - 13 aprile 2019 - 12:21

TERLAGO. Ha lasciato la ''firma''. Una zampona schiacciata in bella vista sopra un telaino dell'arnia, che non lascia tanto spazio alle interpretazioni. Il messaggio è chiaro: l'orso è passato di qui. Siamo a Covelo, frazione del comune di Terlago, e due sere fa è successo quello spesso accade, purtroppo, se non si dispone di sufficienti ''difese''.

 

 

Un orso ha fiutato la presenza degli alveari e, come sua abitudine soprattutto in questa fase dell'anno, ha raggiunto il luogo ''del delitto'' rappresentato da una decina di arnie, tra l'altro posizionate non troppo lontano dalle abitazioni, e ha fatto quello che farebbe un qualsiasi orso davanti a un succulento banchetto. L’orso bruno, infatti, è onnivoro. Mangia frutta e altre parti di vegetali, ma anche insetti, selvaggina e, se ne ha occasione, animali da allevamento quali pecore, asini o vitelli.

 

 

Gli alveari lo attirano soprattutto per le larve, che sono molto ricche di proteine e in questa parte dell'anno risultano essere particolarmente preziose per la sua dieta che necessita di alimenti carichi di energia per riprendersi dopo la stagione del letargo. Grazie al suo finissimo olfatto, l’orso può sentire la presenza delle api anche da molto lontano e se le arnie non sono sufficientemente protette (per esempio con dei recinti elettrificati) il risultato non potrà che essere questo. L'apicoltore sarà risarcito dalla Provincia nella speranza che possa comunque salvare le api sopravvissute e riprendere la sua attività il prima possibile.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.32 del 19 Aprile
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 aprile - 18:59

Dopo l'interrogazione di Paolo Ghezzi in Provincia sui controlli in massa della polizia al Gatto Gordo, al Cafè de La Paix e all'Angolo dei 33 e la sua lettera, a il Dolomiti scrive l'ex presidente della Provincia: ''Ghezzi pone una questione tutt’altro che banale''

19 aprile - 21:41

E' successo intorno alle 20 sulla strada per Tenno. Sul posto i vigili del fuoco di Tenno, l'ambulanza, le forze dell'ordine e l'elicottero che ha portato via il giovane svenuto dopo l'incidente

19 aprile - 18:44

La segnalazione è arrivata alla pagina  Facebook Anfibi e Rettili del Trentino – Alto Adige/ Südtirol. Il serpente è stato trovato  ad Arco in un giardino privato confinante con un uliveto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato