Contenuto sponsorizzato

Si lancia e rimane con la vela impigliata sulla roccia. Ancora un incidente sul Monte Brento

Ieri  una ragazza di 30 anni, Josefin Sando, è morta dopo essere andata violentemente contro le rocce e cadendo poi per 200 metri. Stamattina un nuovo allarme. Il base jumper è stato trasportato all'ospedale Santa Chiara 

Pubblicato il - 16 agosto 2019 - 08:43

ARCO. Ancora paura questa mattina per un base jumper che è rimasto vittima di un incidente sul Monte Brento. L'allarme è stato lanciato pochi minuti dopo le 7. Il base jumper è rimasto impigliato con la propria vela sulla parete di roccia.

 

Fortunatamente i soccorsi sono stati immediati e sul posto si sono portati il soccorso alpino e l'elicottero con i sanitari. Dopo aver individuato il ferito, il tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino è stato verricello a 60 metri dal base jumper per evitare che le pale dell’elicottero facessero gonfiare la vela. Un volta raggiunto il ferito, sempre cosciente, tramite una corda fissa, il tecnico di elisoccorso lo ha stabilizzato, imbarellato e, con il verricello, imbarcato sull’elicottero. È stato portato in piazzola per i primi controlli sanitari da parte dell’equipe medica e poi elitrasportato all’ospedale Santa Chiara con alcune contusioni. Una squadra di 6 operatori della Stazione di Riva del Garda era pronta a dare supporto in piazzola ma il loro intervento non si è reso necessario. 

 

Ieri sempre sul Brento e sempre nelle prime ore di mattina una ragazza di 30 anni è morta dopo aver sbattuto violentemente contro la roccia ed essere caduta per circa 200 metri. (QUI L'ARTICOLO)

Si tratta di Josefin Sando, 30 anni, svedese, che si era lanciata dal "Becco d'Aquila" insieme al marito. L'uomo è riuscito ad atterrare regolarmente mentre per la donna l'incidente fatale. 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.35 del 11 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 05:01

Stefano Galvagni della Funzione pubblica Cgil spiega: "Abbiamo fatto incontri con la Pat e queste persone da anni sono precari dopo aver fatto concorsi e occupando posti vacanti. Una situazione ancora più odiosa perché era stato promesso un intervento in finanziaria ma non c'è nulla"

12 dicembre - 17:47

Il consigliere di Agire chiede di introdurre il principio di connivenza o complicità della famiglia: “Si deve consentire ai conviventi stessi di fornire una prova liberatoria, nel senso di dimostrare di non aver agevolato né partecipato, neppure omissivamente, alla realizzazione di condotte antisociali”

12 dicembre - 18:39

Le nevicate in corso hanno impedito all’elicottero di intervenire, pertanto è stata inviata le squadre del soccorso alpino. Gli escursionisti sono stati raggiunti giusto in tempo visto che uno di loro è stato colpito da un principio di ipotermia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato