Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, Lavis si porta a 11 morti da inizio epidemia. Altri 2 positivi a Cles, mentre 1 a Ledro, Canal San Bovo e Dro

Complessivamente ci sono 5.399 casi e 461 decessi da inizio emergenza coronavirus in Trentino. I tamponi analizzati sono stati 1.694 per un rapporto contagi/tampone a 0,71%. Sono 12 i nuovi positivi, 9 con sintomi negli ultimi 5 giorni e 3 con screening

Di Luca Andreazza - 24 maggio 2020 - 19:27

TRENTO. Ci sono 5.399 casi e 461 decessi da inizio emergenza coronavirus in Trentino. I tamponi analizzati sono stati 1.694 (886 letti da Apss, 671 dal Cibio e 137 dalla Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tampone a 0,71% (Qui articolo).

 

E' stato registrato, purtroppo, un altro morto con coronavirus sul territorio trentino. Il decesso riguarda una persona di Lavis, comune che si porta a 11 lutti legati a Covid-19. A Trento sono state registrate 47 vittime con Covid-19 da inizio epidemia, 34 ad Arco e 33 Pergine, 30 a Ledro e 29 a Rovereto. Sono 20 i morti a Predazzo, 16 a Dro Riva del Garda, 15 a Mezzolombardo e 13 a Cavedine Pieve di Bono-Prezzo, 12 a Pellizzano, 10 a Borgo Chiese Nomi.

 

Ci sono 12 nuovi infetti, sono 9 quelli catalogati secondo la classificazione che tiene conto dei sintomi degli ultimi 5 giorni. A questi si aggiungono altri 3 positivi. Non sono segnalati minorenni.

 

Sono 3 i nuovi infetti trovati a Trento che si porta a 673 casi da inizio epidemia, più 2 a Cles (91 casi) e Rovereto (214 casi). 

 

Un nuovo contagio in Vigolana (18 casi), Canal San Bovo (42 casi) e Canazei (94 casi), Dro (94 casi) e Ledro (172 casi).

 

Tassi di contagio. Sono 5 i Comuni già attenzionati per l'alto numero di casi in rapporto alla popolazione che in questi giorni hanno effettuato i test sierologiciVermiglio (4,2%), Canazei (5%) e Campitello di Fassa (6,2%), Borgo Chiese (6,5%) e Pieve di Bono-Prezzo al 6,9%.

 

Numeri alti anche a Pellizzano (7,7%), Bleggio Superiore (5,1%), Mazzin (3,4%), Ledro (3,3%), Canal San Bovo (2,8%), PredazzoStoro Valdaone (2,7%), Nomi, Spiazzo e Cavedago (2,6%), San Giovanni (2,5%), Sella Giudicarie (2,4%), PinzoloGiustino e Caderzone (2,3%), Castello-Molina di FiemmeDrena Soraga (2,2%), Cavedine Arco (2,1%), Cavalese (2%). Il tasso a livello provinciale è di 1%. A Trento si registra 0,57%, Rovereto a 0,53%, Riva del Garda a 0,96% e Pergine a 1,2%.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 luglio - 12:31

I sindacati chiedono alla Provincia di Trento di copiare Bolzano. Un articolo del decreto Cura Italia permette a Trento e Bolzano di integrare le risorse dei fondi di solidarietà provinciali che garantiscono la cassa integrazione alle piccole aziende del terziario. Proprio in attuazione di questo articolo la Giunta Kompatscher ha stanziato 20 milioni di euro 

12 luglio - 12:26

L’escursionista 56enne è stato colto da malore poco dopo aver parcheggiato la sua auto. Nonostante il rapido intervento dell’equipe medica per lui non c’è stato nulla da fare

12 luglio - 10:26

Negli ultimi cinque giorni sono state ben 19 le persone trovate positive al test del coronavirus, numeri che costringono Bolzano a non abbassare la guardia. Nelle varie strutture ospedaliere altoatesine sono ricoverate 7 persone

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato