Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, in Veneto dal 25 maggio riaprono aree giochi, noleggi e parchi tematici: “Dal 15 giugno liberi tutti”

Il Veneto procede speditamente verso l’archiviazione del lockdown, contagi permettendo, sono molte le attività che riapriranno dal 25 maggio: noleggi, aree giochi per bambini, circoli culturali e ricreativi ma anche parchi tematici. Via libera pure al rientro al lavoro delle guide turistiche

Pubblicato il - 23 maggio 2020 - 20:26

VERONA. In Veneto aumenta lievemente il numero dei contagiati, +10 nelle ultime 24 ore, che portano il numero complessivo dei positivi a 19069. Dati però che vanno raffrontati con gli oltre 10mila tamponi effettuati (571.475 dall’inizio dell’epidemia). “Significa che abbiamo un’incidenza dell’1 per 1000” ha detto il presidente del Veneto Luca Zaia. I decessi totali salgono a 1865, altre 6 morti registrate in ospedale (1348 i decessi totali nelle strutture ospedaliere).

 

Dall’isolamento sono uscite 280 persone, quelle attualmente ristrette in casa scendono dunque a 2052. In calo anche i ricoverati che calano a quota 534 (-7), di questi i positivi sono 205 mentre i negativi sono 289. Le terapie intensive sono solo 40 “un numero assolutamente incoraggiante” ha sottolineato Zaia; di questi ci sono 14 positivi e 26 negativi. I dimessi sono 3258 (+4).

 

Sul fronte delle riaperture Zaia ha annunciato l’arrivo di una nuova ordinanza: dal 25 maggio potranno riaprire i battenti i noleggi di auto e altre attrezzature di trasporto, come biciclette, moto e monopattini elettrici. Via libera anche per le aree giochi per bambini in spazi pubblici e aperti al pubblico compresi gli esercizi commerciali e strutture ricettive. Stesso discorso per i circoli culturali e ricreativi che dal 25 maggio potranno riaprire, così come le attività di formazione professionale. Infine buone notizie per parchi tematici e di divertimento siano essi giostre, spettacoli viaggianti o parchi acquatici, avventura e zoologici. Dallo stesso giorno potranno tornare al lavoro pure le guide turistiche e le professioni della montagna.

 

Bisognerà aspettare l’1 giugno per riaprire i servizi per l’infanzia e adolescenza 0-17 anni: attività organizzate da soggetti pubblici e privati per la socialità e il gioco a carattere diurno per bambini e adolescenti, mentre con successiva ordinanza saranno disciplinate le date di decorrenza e le linee guida da rispettare ai fini  della  ripresa  delle  attività  di  cinema  e  spettacoli  con  pubblico  dal  vivo,  attività  dei  centri termali e centri benessere, discoteche, sagre e fiere. “L'impressione – ha commentato Zaia. – è che dal 15 giugno sia proprio il liberi tutti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 maggio - 15:12

I fatti sono successi poco dopo le 13.30 e la dinamica di quanto accaduto è ancora al vaglio degli inquirenti. La donna è finita al Santa Chiara trasportata con l'elicottero in codice rosso

29 maggio - 15:21

Le direttive sull'uso della mascherina non cambiano. Se in Veneto il governatore Zaia ha alleggerito gli obblighi, Fugatti spiega che in Trentino serve attendere un'ulteriore stabilizzazione del contagio. Sono quasi 84 mila gli stanziamenti ulteriori che la Pat ha fatto all'Opera Universitaria per le borse di studio 

29 maggio - 11:55

Per il membro del consiglio direttivo del Wwf del Trentino Karol Tabarelli de Fatis che ha analizzato l'accaduto i buchi sarebbero artificiali. Segnalazioni simili arrivano anche dal lungolago di Calceranica

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato