Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, muore il primo medico in Trentino. La vittima è Gaetana Trimarchi di 57 anni

La professionista si è spenta all'ospedale Santa Chiara di Trento dopo aver combattuto la sua battaglia contro il coronavirus. Si allunga, purtroppo, l'elenco del personale sanitario caduto per Covid-19

Di Luca Andreazza - 30 marzo 2020 - 22:19

TRENTO. C'è il primo medico morto per coronavirus in Trentino. E' Gaetana Trimarchi di soli 57 anni, la professionista che si è spenta all'ospedale Santa Chiara di Trento. E' la vittima numero 64 a livello nazionale tra il personale sanitario. 

 

Si allunga, purtroppo, l'elenco del personale sanitario caduto nel corso dell'emergenza Covid-19. La 57enne, una professionista di S. Teresa di Riva in provincia di Messina, era medico di medicina generale in servizio all’Azienda provinciale per i servizi sanitari.

 

Nonostante le rassicurazioni, giusto poche ore fa, di Azienda provinciale per i servizi sanitari e Provincia sulla situazione relativa alla salute dei professionisti in prima linea (Qui articolo), già nel pomeriggio di lunedì 30 marzo, Trimarchi è morta a causa del coronavirus, una infezione contratta circa un paio di settimane fa dopo aver visitato un paziente di Pozza di Fassa affetto dalla malattia che poi a sua volta era deceduto.

 

Dopo il ricovero all'ospedale di Cavalese, le sue condizioni si erano poi rapidamente aggravate e da lì il trasferimento ad Arco. Negli ultimi giorni era stata portata reparto di rianimazione a Trento. Fino alla serata di oggi, nessun accenno da parte della task force provinciale sulle reali condizioni di salute e sulla gravità della situazione della dottoressa che stava combattendo la sua battaglia contro il coronavirus. Purtroppo, non ce l'ha fatta e il Trentino piange il primo medico caduto per Covid-19.

 

Dalla Sicilia si era trasferita in Trentino una ventina di anni fa per poi prendere servizio in val di Fassa per alcune sostituzioni di guardia medica, cinque anni fa è riuscita a entrare nella scuola di formazione. Nel frattempo era diventata titolare a Pozza di Fassa e si apprestava a diventare titolare di medicina generale

 

In Trentino aveva trovato casa ma era molto legata alla sua terra di origine e rientrava spesso in Sicilia per visitare il papà, i fratelli e gli altri parenti. La notizia della sua morte si è diffusa in serata, enorme il cordoglio tra i colleghi e la valle, così come nel messinese. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 maggio - 19:27
Complessivamente ci sono 5.399 casi e 461 decessi da inizio emergenza coronavirus in Trentino. I tamponi analizzati sono stati 1.694 per un rapporto contagi/tampone a 0,71%. Sono 12 i nuovi positivi, 9 con sintomi negli ultimi 5 giorni e 3 con screening
24 maggio - 18:58
I tamponi analizzati sono stati 1.694 per un rapporto contagi/tampone che resta sotto la soglia dell'1% di test positivi, a 0,71% per la precisione. Sono 4 i pazienti nei reparti di terapia intensiva. Il Trentino si porta complessivamente a 5.399 casi da inizio emergenza coronavirus
24 maggio - 17:24

Il Tweet indifendibile, se vero (che recita ''quelli con più morti siete voi lumbard e spero di vederli crescere sempre di più, schiattate merde''), è stato pubblicato il 21 maggio. Il giorno dopo l'Fbk ha dato la sua versione spiegando che il ricercatore ha affidato la questione alla polizia postale. Ieri è finito sulla pagina Facebook del leader della Lega (con circa 10.000 commenti) e, così, oggi l'assessore Spinelli si è sentito in dovere di dire la ''sua'' usando, comunque, due pesi e due misure rispetto ad altre vicende simili e più chiare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato