Contenuto sponsorizzato

Denunciato per rissa, poi spunta un video (virale) che incastra altre 4 persone per "discriminazione razziale" e omissione di soccorso

I fatti si sono svolti sabato scorso, 27 giugno, a Brunico. Un giovane 32enne, in forte stato di alterazione psicomotoria aveva danneggiato piante, biciclette e altri arredi urbani e aveva aggredito diversi passanti. Qualche giorno dopo, però, aveva iniziato a girare sui social un video  subito diventato “virale” che ha fatto luce sull'episodio

Pubblicato il - 02 luglio 2020 - 16:28

BOLZANO. Sabato scorso, 27 giugno, in via Bastioni a Brunico erano dovute intervenire due pattuglie dei carabinieri e un'ambulanza a causa di un uomo nigeriano, di 32 anni e residente a Gais, che in forte stato di alterazione psicomotoria aveva danneggiato piante, biciclette e altri arredi urbani e aveva aggredito diversi passanti. 

 

L'uomo era stato quindi accompagnato all'ospedale di Brunico per le cure del caso, dove i carabinieri avevano poi scoperto che vittime della violenza dell'uomo erano stati anche due giovani brunicensi, un ventinovenne e una trentunenne. Il giovane è stato quindi denunciato a piede libero per i reati di lesioni personali e danneggiamento aggravato.

 

Nei giorni successivi, mentre i carabinieri di Brunico erano occupati a ricostruire l’esatta dinamica dei fatti tramite testimonianze e acquisizione di registrazioni video, aveva iniziato a girare sui social un video  subito diventato “virale”. Dal video pareva che il giovane nigeriano fosse stato gratuitamente aggredito.

 

La ricostruzione dei fatti operata poi dai carabinieri di Brunico ha fatto un po’ di luce sull'episodio. Le indagini, conclusesi ieri sera (1° luglio), hanno portato alla denuncia di cinque persone a vario titolo ritenute responsabili dei reati di rissa, danneggiamento aggravato, omissione di soccorso e discriminazione e violenza per motivi razziali ed etnici.

 

Il nigeriano e i due brunicensi che erano finiti in ospedale sono stati denunciati per rissa. I due brunicensi anche per omissione di soccorso e “discriminazione razziale”. E per questi ultimi due reati sono stati denunciati anche un venticinquenne di San Lorenzo e un ventitreenne di Brunico.

 

Ora starà a loro cinque giustificarsi con l’autorità giudiziaria per le proprie azioni, ognuno per la rispettiva parte, considerando che però i video acquisiti dai carabinieri sono piuttosto chiari.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 agosto 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 agosto - 15:59

La comunità di frati francescani è presente nel paese dal 1685, quando occuparono l’antico podere un tempo appartenuto ai Conti del Tirolo. All'origine di questa scelta c'è la carenza di vocazioni. Don Albino ha scritto una lettera dove spiega la situazione e auspica che non ci siano interventi speculativi sulla struttura

03 agosto - 21:08

Sono stati approvati, in particolare, i criteri di concessione del sostegno, un intervento straordinario per fronteggiare le gravi conseguenze sociali e economiche causate dal coronavirus, che puntano soprattutto a contrastare gli effetti negativi sui livelli occupazionali e quindi sui redditi delle famiglie. Cgil, Cisl e Uil: "Ci è voluto un emendamento delle minoranze per raggiungere questo risultato"

04 agosto - 12:39

Il professore di fisica dell’atmosfera dell’Università di Trento Dino Zardi fornisce una spiegazione rispetto ai fenomeni atmosferici che stanno interessando il Trentino: “Niente allarmismi, ma occorre prestare attenzione alle allerte della protezione civile, spesso si rischia di sottovalutare la precipitazione”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato