Contenuto sponsorizzato

Gli era rimasta la mano schiacciata nella spaccalegna e aveva perso 4 dita, un'iniziativa solidale per aiutare la famiglia del 12enne

Un drammatico evento avvenuto a inizio giugno a Pozza di Fassa. Il 12enne stava aiutando un parente quando è avvenuto l'incidente. L'intervento all'ospedale di Peschiera, specializzato in chirurgia alla mano, ha dato esito negativo. L'iban per aiutare la famiglia a sostenere la spesa

Foto d'archivio
Pubblicato il - 02 luglio 2020 - 20:58

POZZA DI FASSA. E' partita la corsa alla solidarietà. Un'iniziativa per aiutare la famiglia del 12enne che è rimasto schiacciato con la mano nella spaccalegna.

 

Un drammatico evento avvenuto a inizio giugno a Pozza di Fassa (Qui articolo). Il 12enne stava aiutando un parente quando è avvenuto l'incidente. 

 

Immediato l'arrivo di due ambulanze e vigili del fuoco di zona. La situazione, però, è apparsa fin da subito estremamente grave e da Trento si era levato in volo anche l'elicottero che nel giro di pochi minuti era atterrato in val di Fassa.

 

Il ragazzino era stato stabilizzato e quindi trasferito all'ospedale di Perschiera, centro specializzato nella ricostruzione e nella chirurgia della mano. 

 

Purtroppo, però, l'operazione non ha dato esito positivo. Il 12enne ha avuto quattro dita amputate, escluso solo il mignolo dal tragico incidente. 

 

La famiglia ora deve sostenere numerose spese tra riabilitazione e protesi, la mano deve seguire anche lo sviluppo legato alla crescita.

 

E' stato attivato un conto corrente per aiutare la famiglia e il giovane. Iban: IT 05 Z 08140 05725 000004160149 - causale: un aiuto per James Bernard

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 agosto 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 agosto - 12:47

Nessuno ha rubato il campo da calcio a nessuno (l'evento è stato autorizzato dal Comune e dalla società sportiva), nessuno ha sgozzato animali sul campo da gioco, tutti hanno rispettato le norme anti-Covid e anche di più (compresi i bambini). Youness Et Tahiri, 22enne del posto, nato in Italia da genitori marocchini, ci racconta cosa è successo dalle 7 del mattino alle 9 di venerdì scorso (rispondendo agli insulti di chi ha commentato sotto il post della candidata sindaca)

04 agosto - 15:03

E' successo alle 10 di questa mattina, dopo aver capito che in cassa non era presente denaro, l'uomo è uscito dalla banca per poi allontanarsi a piedi verso il centro della città

04 agosto - 10:56

Le temperature sono crollate in questi giorni e un'intensa nevicata si è scaricata sul passo Stelvio. Un panorama da cartolina e invernale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato