Contenuto sponsorizzato

Perde il controllo dell'auto e travolge un uomo in A22 uccidendolo. Stava usando il cellulare

La tragedia era avvenuta nel 2017. In questi giorni la condanna della donna alla guida del mezzo.  L'uomo era residente a Gardolo e si trovava in una piazzola di sosta all'esterno dell'auto 

Pubblicato il - 15 febbraio 2020 - 09:02

TRENTO. Il tribunale di Verona ha condannato una donna a un anno di reclusione con la sospensione condizionale della pena.

 

Nel febbraio del 2017 con la propria macchina si trovava in A22 quando ha invaso una piazzola di sosta all’altezza di Nogarole Rocca. In quel punto Marzaq Hassan, tunisino residente a Trento  è finito schiacciato dalla propria station wagon. L'uomo è morto sul colpo.

 

La donna, secondo quanto riportato dal capo di imputazione, sarebbe stata alla guida con il cellulare. Ad un certo punto ha perso il controllo del mezzo, ha sbandato e nello sterzare è andata ad invadere la corsia dove si trovava Marzaq Hassan  fuori a fianco della propria auto.
 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 marzo 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 aprile - 00:26

A tracciarli è stato Google: il quadro che emerge è molto differenziato a seconda delle voci prese in esame. Per quanto riguarda la riduzione degli spostamenti verso il luogo di lavoro i più ''bravi'' sono stati i siciliani, mentre la mobilità residenziale è aumentata di più in Valle d'Aosta, Molise e Marche 

06 aprile - 12:00

Nel quotidiano bollettino dell'Azienda sanitaria altoatesina si registrano nelle ultime 24 ore 8 nuove morti 79 casi positivi in più. Sale a 1732 il numero di persone contagiate mentre le morti legate a Covid-19 diventano 164. 252 le persone guarite

06 aprile - 12:08

Sono almeno due i focolai che si sono sviluppati nell'area di ''sicurezza'' creata dopo il disastro nucleare ucranino e hanno devastato decine di ettari di bosco. Difficili le operazioni di spegnimento anche per l'alto livello di radiazioni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato