Contenuto sponsorizzato

Tentano la rapina all'“Isola dei Tesori” ma i clienti li bloccano e chiamano i carabinieri. Arrestati due malviventi

I clienti che si trovavano nel punto vendita sentendo le urla della commessa sono corsi all'entrata del negozio e hanno bloccato i due malviventi e chiamato i carabinieri 

Pubblicato il - 12 luglio 2020 - 14:35

ROVERETO. Tentano una rapina all'interno di un negozio ma la loro via di fuga viene bloccata dai clienti che si trovavano all'interno dell'attività.

 

Il fatto è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri. Due cittadini francesi dall’aspetto distinto si sono presentati presso il negozio per animali “Isola dei Tesori” di Rovereto e dopo avere scelto un articolo, tra la merce esposta sugli scaffali, si sono avvicinati alla cassa, per pagare il dovuto.

 

Mentre uno dei malfattori impegnava l’addetta alle vendite, consegnando una banconota di grosso taglio l'altro, appena la donna ha aperto il registratore di cassa, ha velocemente aggirato il bancone e con violenza le ha sottratto diverse banconote, per un totale di 250 euro.

 

La cassiera ha gridato ed ha richiamando l’attenzione di un’altra commessa presente e di due cittadini pugliesi residenti a Rovereto, al momento nel negozio, che si sono immediatamente interposti tra i malviventi e la via di fuga.

 

Senza indugio hanno anche allertato le Forze dell’Ordine, attraverso il numero di emergenza 112 e la Centrale Operativa della locale Compagnia Carabinieri ha inviato subito sul posto due equipaggi che in pochissimi minuti hanno fatto irruzione nel negozio e hanno fermato i due rapinatori di di 57 e 63 anni. Entrambi sono stati arrestati in flagranza per tentata rapina.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 06 agosto 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 agosto - 19:16

Sembravano due ordini del giorno semplici ed efficaci quelli presentati da Degasperi e Ghezzi eppure la maggioranza ha detto ''no'' ad entrambi. Nel primo caso (vista la riforma che prevede che le Apt raggiungano il 51% dei finanziamenti privati) si chiedeva che si assicurasse la massima chiarezza nell'utilizzo delle risorse pubbliche. Nel secondo che si facessero lavorare le maestranze trentine e si privilegiassero i paesaggi locali anziché quelle ''rubate'' all'estero. Purtroppo è andata male

06 agosto - 18:07

La storia raccontata da Alessandro, papà di Vittoria di 3 anni: "Sono rimasto davvero colpito da tutto l'aiuto che ci è arrivato. Ci eravamo già rassegnati e avevamo pensato di dire alla piccola che il coniglietto fosse partito per una vacanza al mare senza avvisarci, e che non sapevamo quando sarebbe tornato"

06 agosto - 17:45

Complessivamente il Trentino sale a  5.610 casi e resta a 470 decessi da inizio epidemia. Attenzione massima in Alto Adige, trovati 12 positivi nelle ultime 24 ore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato