Contenuto sponsorizzato

Enorme cordoglio per la scomparsa di Loris Angeli: ''Grande affetto e c'è già nostalgia'', ''Oltra rimarrà sempre casa tua'', ''Lascia un vuoto difficilmente colmabile''

Ci sono già le proposte di intitolare il terreno di gioco di Oltra alla memoria di Loris Angeli. Alla guida del sodalizio gialloverde per circa 40 anni, aveva portato la società droata dalla Seconda categoria a calcare i campi nazionale della quarta serie. Tantissimi i messaggi di giocatori e dirigenti, anche di squadre extra-regionali che hanno affrontato il Dro in serie D

Di Luca Andreazza - 11 May 2021 - 12:41

TRENTO. "Loris, te ne sei andato in silenzio, come non volessi disturbare nessuno. Tu che sei sempre stato un protagonista. Da oggi il calcio è davvero più povero, senza di te. Passione, emozione, generosità, istintività, sentimento. Tu". Questo il ricordo commosso del Dro Alto Garda per il proprio storico presidente, Loris Angeli, che si è spento nelle scorse ore (Qui articolo). "Siamo sicuri che tu lassù da subito ti darai da fare per preparare l'ennesima sfida, su un campo da calcio sistemando con tutto te stesso quell'erba a te tanto cara. Oltra rimarrà sempre casa tua. Riposa in pace".

 

E ci sono già le proposte di intitolare il terreno di gioco di Oltra alla memoria di Loris Angeli. Alla guida del sodalizio gialloverde per circa 40 anni, aveva portato la società droata dalla Seconda categoria a calcare i campi nazionale della quarta serie. "Il calcio trentino e il Dro devono dire grazie a Loris, una persona che si è impegnata tantissimo per la comunità, per la società e per questo sport. Ha avuto il grandissimo merito di portare una piccola realtà a livello nazionale e mantenere la categoria per 5 anni". Commenta Stefano Grassi, presidente della Federcalcio locale. "A livello personale c'è sempre stata grande partecipazione e onestà intellettuale. Dobbiamo ricordarlo con enorme affetto e abbiamo già grande nostalgia. Gli dobbiamo essere grati per la passione, la generosità e l'entusiasmo che hanno permesso a tantissimi giovani del Basso Sarca di avvicinarsi al calcio. Valutiamo se prevede un minuto di silenzio già domani nel turno di Eccellenza".

 

E' enorme il cordoglio per la scomparsa a 72 anni dell'imprenditore. Da Mauro Bandera, allenatore della vittoria in Eccellenza nel 2013 e della prima storica salvezza, a Cristian Soave, tecnico per 2 stagioni in quarta serie, e Omar Ruaben, sono tantissimi i messaggi di giocatori e dirigenti, anche di squadre extra-regionali che hanno affrontato il Dro in serie D, per ricordare il presidente e stringersi intorno alla famiglia. "L'umiltà e l'educazion, non se la trova sul bancon dela Coop", ricorda Andrea Pancheri con una citazione di Angeli. 

 

"Loris Angeli è stato più che il presidente dell’ Unione sportiva Dro - scrive il San Giorgio - ma una persona che ha contribuito alla crescita di tutto il calcio regionale. La sua improvvisa scomparsa lascia un vuoto difficilmente colmabile. Condoglianze sentite alla famiglia, buon viaggio presidente". 

 

Dal Trento ("Avversario dei colori gialloblu in numerose e leali battaglie sportive sui campi della serie D") al Rovereto ("Difficile esprimere a parole il dolore avuto nell'apprendere la triste notizia. Siamo partecipi al cordoglio della famiglia. Vi siamo vicini in questo triste momento"); Comano, Arco e Riva, ViPo Trento, Mori e Rotaliana, praticamente tutte le società del panorama del Trentino Alto Adige sono intervenute in queste ore per esprimere il proprio dolore.

 

"La notizia - dice il Levico - non poteva che avere la forza di una tempesta, come forte, fortissimo era il carattere di quest’uomo, che tanto ha lottato e contribuito nel migliorare il livello del nostro calcio regionale, partendo da una piccola realtà come Dro. Se vogliamo una storia simile a quella della nostra società, anch’essa legata a dimensioni piccole, ma passioni grandi, grandissime. Sarà anche per questo, sarà per il grande rispetto reciproco, che negli ultimi anni era nata anche una simpatia vicendevole che legava molto i nostri due sodalizi e in particolare il nostro presidente Sandro Beretta a Loris e alla amatissima moglie Adriana. A lei, che tanto amava e ama, l’omaggio floreale che ogni domenica il nostro capitano porge nelle mani del capitano avversario, va un grandissimo abbraccio da parte di tutto il mondo levicense. Un pensiero a tutta la società gialloverde e ai loro tifosi. Una cosa è certa, Angeli ha contribuito a scrivere la storia del calcio regionale. Ciao Loris".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 giugno - 09:20
A oltre un mese e mezzo dalla decisione, per decreto, dell'obbligo vaccinale per il personale sanitario in diverse zone d'Italia sono scattate le [...]
Cronaca
22 giugno - 06:01
Il 6 luglio scade la possibilità di inviare i propri curriculum a Trentino Sviluppo per tre posizioni nella società per la promozione [...]
Cronaca
22 giugno - 08:54
A soccorrere la donna sabato sera sono stati i carabinieri che sono riusciti a fermare una violenza in casa che andava avanti da febbraio. La donna [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato