Contenuto sponsorizzato

I medici no-vax? Rimasti in pochissimi (circa 1.000 meno dello 0,2% del totale) ''ma non riusciamo a radiarli''

Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale dell’ordine dei medici (Fnomceo) spiega il paradosso dovuto a un problema burocratico. La commissione che dovrebbe tagliarli è scaduta dal 2020 e quindi tutto resta sospeso in un limbo

Pubblicato il - 20 settembre 2021 - 17:00

ROMA. Sarebbero circa 1.500 i medici in Italia non ancora vaccinati ma di questi almeno un 30% ha già prenotato la prima dose. Restano, quindi, circa un migliaio i medici ''no-vax'' irriducibili, numeri infinitesimali se si pensa che in Italia, iscritti all'ordine, sono diverse centinaia di migliaia di medici. 

 

Numeri che confermano con sia davvero una componente residuale quella che non si fida della stessa medicina che professa, ma che bastano a creare problemi anche all'ordine dei medici perché, come ha spiegato Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale dell’ordine dei medici (Fnomceo), in un’intervista all’Huffington Post, perché anche se ''i duri e puri no-vax li stimiamo in uno 0,1-0,2% del totale non riusciamo a radiarli''.

 

''Noi molti di questi medici proviamo anche a radiarli, ma loro fanno ricorso e la sanzione si sospende, non diventa mai effettiva'', ha spiegato Anelli. Perché? Perché a dover esaminare il ricorso e a dover decidere sulla radiazione proposta dall’Ordine dei medici competente è la Commissione centrale per gli esercenti le professioni sanitarie che, sottolinea ancora il presidente della Federazione, ''è scaduta nel 2020''.

 

Il risultato è che i procedimenti di sospensione radiazione restano a loro volta sospesi in una sorta di limbo e non si riesce a sbloccarli. ''Abbiamo provato a far pressioni su questo interpellando sia il ministro della Salute Speranza che quello della Giustizia Cartabia” per chiedere di rinnovarla il prima possibile, ha sottolineato il presidente Fnomceo, ma senza ricevere ancora risposta.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 ottobre - 20:21
E' la seconda tragedia di oggi sulle montagne trentine. L'incidente è avvenuto in val Daone. La 26enne stava praticando bouldering con alcuni [...]
Cronaca
24 ottobre - 01:01
Trovati 45 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 35 guarigioni. Sono 6 i pazienti in ospedale, di cui 2 ricoverati in terapia [...]
Cronaca
23 ottobre - 21:14
L'allerta è scattata a Rovereto. Nonostante la brusca frenata e le manovre per evitare la collisione, l'impatto è stato inevitabile. Una 14enne [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato