Contenuto sponsorizzato

Variante Delta, per Gimbe la prevalenza in Italia è all'1% ma secondo i calcoli del Financial Times saremo già al 26%

Il Financial Times ha elaborato delle stime sulla diffusione della variante Delta nei vari Paesi europei: in Portogallo l'ex variante indiana sarebbe già dominante con una concentrazione del 96%, stima che per il nostro Paese si ferma invece al 26%

Di Filippo Schwachtje - 21 June 2021 - 17:39

TRENTO. La variante Delta (ex indiana) spaventa tutta l'Europa e in Italia, si legge nell'ultimo rapporto settimanale pubblicato da Gimbe (con dati aggiornati quindi al 16 giugno), la prevalenza della variante sul totale dei casi sarebbe dell'1% e in crescita, con un range cha va dallo 0 al 3,4% tra le varie regioni.

 

Diverso però il quadro che restituisce oggi, 21 giugno, il Financial Times. Il prestigioso quotidiano britannico infatti, sulla base di una sua analisi realizzata partendo dai dati di Gisaid, parla di una concentrazione probabilmente pari circa al 26% della variante nei casi Covid sequenziati nel nostro Paese. Già predominante nel Regno Unito (oltremanica il 98% dei nuovi casi sono riconducibili alla variante ex indiana), dove la sua particolare contagiosità ed aggressività ha fatto slittare di qualche settimana il piano di riaperture del premier Boris Johnson, la variante Delta sarebbe del 60% più contagiosa della Alpha (quella inglese), che a sua volta è il 50% più contagiosa del virus originale trovato a Wuhan.

 

Secondo Gimbe, la diffusione maggiore della variante in Italia si registra nel Lazio (3,4%), in Sardegna (2,9%) e Lombardia (2,5%). “Tuttavia nell'ultima settimana – si legge nel rapporto – la variante Delta è stata isolata in due focolai a Milano e Brindisi, segno di una sua maggiore diffusione sul territorio nazionale che si rileva anche dal database internazionale Gisaid: rispetto ai sequenziamenti su campioni raccolti dal 19 maggio al 16 giugno, su 881 sequenze depositate 57 (6,5%) corrispondono alla variante Delta”.

 

Partendo proprio dallo stesso database citato da Gimbe, il Financial Times ha elaborato delle stime sulla prevalenza della variante riscontrata per la prima volta in India nei vari Paesi europei. In Portogallo ad esempio, riporta il quotidiano britannico, la Delta sarebbe già dominante con una concentrazione del 96%, stima che per il nostro Paese si ferma invece al 26% (31% per gli Stati Uniti, 16% per il Belgio, 15% per la Germania e 6,9% per la Francia). Nel Regno Unito, in Portogallo e in Russia, riporta il Financial Times, la crescita dei casi di variante Delta ha determinato uno speculare calo di nuovi infetti causati dalla variante Alpha (ex inglese), che rimane invece ampiamente dominante in Italia, Belgio e Germania.

 

Per quanto riguarda la copertura data dai vaccini attualmente utilizzati, in media l'efficacia garantita nei soggetti che hanno ricevuto una sola dose è piuttosto bassa nei confronti della variante Delta (33%), ma una volta ultimato il ciclo con il richiamo la percentuale arriva all'88% per Pfizer/BioNTech e al 60% per AstraZeneca. Entrambi i vaccini sono in ogni caso estremamente efficaci nell'evitare le ospedalizzazioni dei contagiati, rispettivamente al 96% e al 92%. In Trentino, ultimo territorio italiano per numero di persone che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino, si è riusciti intanto a recuperare sulla percentuale di popolazione completamente immunizzata: il 28,7% dei trentini ha infatti già ricevuto due dosi, portando la Provincia di Trento al terzo posto in Italia.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
30 luglio - 16:26
 Fortunatamente anche quella di oggi è una giornata senza decessi e resta stabile anche la situazione sul fronte ospedaliero
Società
30 luglio - 13:36
A due anni dalla sua scomparsa, lo scrittore Mario Martinelli verrà ricordato con "La scelta del Jobrero", un 'récital in parole, immagini e [...]
Cronaca
29 luglio - 18:08
L’invito è rivolto ai cittadini fra i 18 e i 60 anni, sopra i 50 chili e di buona salute. "L'invito è di segnalare la propria [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato