Contenuto sponsorizzato

Etologia o lotteria, ecco l'insolito dell'amore

San Valentino, giovedì, al teatro di Villazzano con l'irresistibile "Love show" di Francesco Giorda per la rassegna che riporta sul palco i registi vincitori di Fantasio. Un viaggio sul tema dei temi tra battute, invenzioni e interviste. Ma anche una serata dal menù ricco per chi allo spettacolo vuole abbinare la cena

Pubblicato il - 11 febbraio 2019 - 16:51

TRENTO. Attore comico, artista di strada, presentatore, giocoliere, animatore con all'attivo più di dieci anni di esperienza in festival e piazze di tutta Europa.  La sintesi del curriculum non fa giustizia della bravura e dell'impatto che un apparente strampalato garantisce al publico. L'unico modo per andare oltre il riassunto è non farsi scappare l'appuntamento che il Teatro di Villazzano propone nel giorno di San Valentino, giovedì 14, con Francesco Giorda e con il suo "Love show" all'insegna dell'imprevisto e dell'imprevedibile a sfondo amoroso.

 

 Per san Valentino la banda Corradini, (Mirko, Christian e compagnia sempre più affiatata e gasata dai risultati raggiunti in meno di due anni dal teatro che gestiscono) è andata oltre la scena, oltre lo spettacolo. San Valentino è un must per coppie d'ogni età e d'ogni inclinazione? E allora non basta la prosa, (quella ad alto tasso di divertimento). Ci vuole di più.

 Ci vuole un menù più ricco di quello già gustoso garantito dalla stagione che riporta a Villazzano una serie di vincitori del premio Fantasio, (regia) con la dimostrazione di quanti passi avanti hanno saputo compiere sui palcoscenici dell'impegno, del coraggio teatrale e dell'inedito.

 

 A "Love show", dunque, chi vuole può venire "mangiato". Oggi scadono le prenotazioni per l'abbinamento cena-spettacolo, (di carne o di pesce) che l'organizzazione del teatro ha concordato con il ristorante "La baraca", non distante dal teatro. Con 30 euro, quindi, vitto e alloggio in platea per una digestione sicura perché le risate di "The loce show" hanno la forza di muovere i muscoli: da quelli facciali a quelli dello stomaco.

 

 "Love show" è un viaggio inedito che affronta il tema dell’amore da punti di vista insoliti: le strane abitudini sessuali del pesce Angler, le reazioni comportamentali secondo l’etologo Henri Laborit fino ad una visione moderna dell’amore-bellezza Platonica per ritrovarsi nel cuore del Lupercus, l’antica tradizione pagana, una lotteria dell’amore in cui venivano estratte a sorte le coppie del nuovo anno. Uno spettacolo o forse un’occasione per rottamare il partner d’antan e affidarsi alla buona sorte.

 

  Al tutto si aggiungono “Le Interviste Impossibili” realizzate per le strade della città, dove Francesco Giorda interroga i passanti alla ricerca dell’amore. Insomma, aspettatevi di tutto ma non provate ad immaginare cosa aspettarvi. Mangiati o no, accettando l'intero pacchetto cultural - mangereccio o optando solo per lo spettacolo segnatevi in rosso l'appuntamento sull'agenda di coppia. Prenotando il vostro posto allo show, che è meglio.,

 

 

 

 

 

 

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 febbraio - 05:01

Dopo due estati di accese battaglie tra "Green days" e accesso a numero chiuso, il Comitato per la salvaguardia dei passi dolomiti incassa il successo. Finazzer: "Una buona notizia, ma non abbassiamo la guardia". Per la vignetta potrebbe servire il via libera anche del Veneto

19 febbraio - 18:02

Il covo della cellula è stato individuato in una casa isolata a Bosco di Civezzano. Questo il luogo dove falsificavano i documenti  per garantirsi la clandestinità e progettare atti di eversione in Italia e all’estero

19 febbraio - 19:56

I risultati arrivati dalla piattaforma Rousseau sull'autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini non sono stati quelli che gran parte del M5S in Trentino si aspettava. Per il consigliere Degasperi "Non si possono cambiare le regole quando non piacciono e tenere quelle che fanno più comodo". Per Alex Marini: "Sarebbe stato preferibile il ministro Salvini avesse potuto difendere il proprio operato di fronte ad un giudice"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato