Contenuto sponsorizzato

Francesco, di Taverna Clara, questa sera a ''Cuochi d'Italia'' rappresenta il Trentino Alto Adige

Il cuoco del ristorante che si trova sotto Folgaria lungo la statale 350 sfiderà il rappresentante di un'altra regione. L'appuntamento è per le 19.30 

Pubblicato il - 09 gennaio 2019 - 13:28

FOLGARIA. Sarà il cuoco di Taverna Clara a difendere i colori del Trentino Alto Adige in ''Cuochi d'Italia'' la trasmissione condotta dal mitico chef Alessandro Borghese che mette in sfida a colpi di piatti tipici, 20 cuochi del Bel Paese.

 

 

Ieri la sfida era tra Umbria e Friuli Venezia Giulia (ed ha passato il turno la concorrente di quest'ultima regione) mentre questa sera alle 19.30 toccherà a Francesco del ristorante che si trova in località Busatti poco sotto Folgaria proseguendo sulla statale 350 verso il Veneto e Lastebasse

 

Il cuoco trentino (che ha nei canederli al burro fuso, negli spätzli e nel formaggio fuso con polenta e funghi alcune dei suoi assi nella manica) sfiderà un ristoratore di un'altra regione e poi sarà sottoposto al giudizio diGennaro Esposito e Cristiano Tomei preparatissimi e simpaticissimi chef di fama internazionale.

 

La trasmissione era stata registrata qualche tempo fa ma questa sera verrà messa in onda su Tv8 a partire dalle 19.30. Tutti pronti a fare il tifo per il cuoco trentino e vinca il migliore.  

 

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 febbraio - 05:01

Dopo due estati di accese battaglie tra "Green days" e accesso a numero chiuso, il Comitato per la salvaguardia dei passi dolomiti incassa il successo. Finazzer: "Una buona notizia, ma non abbassiamo la guardia". Per la vignetta potrebbe servire il via libera anche del Veneto

19 febbraio - 18:02

Il covo della cellula è stato individuato in una casa isolata a Bosco di Civezzano. Questo il luogo dove falsificavano i documenti  per garantirsi la clandestinità e progettare atti di eversione in Italia e all’estero

19 febbraio - 19:56

I risultati arrivati dalla piattaforma Rousseau sull'autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini non sono stati quelli che gran parte del M5S in Trentino si aspettava. Per il consigliere Degasperi "Non si possono cambiare le regole quando non piacciono e tenere quelle che fanno più comodo". Per Alex Marini: "Sarebbe stato preferibile il ministro Salvini avesse potuto difendere il proprio operato di fronte ad un giudice"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato