Contenuto sponsorizzato

Dopo il rinnovo del contratto, arrivano i soldi: stipendi dei docenti più alti

I docenti, ciascuno in base alla figura professionale ed all’anzianità, si troveranno nella busta paga di giugno 750 euro netti medi in più rispetto al mese di maggio, comprensivi degli arretrati e dei conguagli operati sugli acconti. La misura entra a regime nel mese di luglio

Pubblicato il - 27 giugno 2018 - 12:26

TRENTO. Buste paghe più ricche per i docenti trentini. Dopo il rinnovo del contratto collettivo provinciale di inizio mese, arrivano gli investimenti sul valore dell'insegnamento.

 

Gli stipendi del mese di giugno sono, infatti, più alti.  I docenti, in base alla figura professionale e all’anzianità, si trovano nella busta paga di giugno 750 euro netti medi in più rispetto a maggio.

 

Un importo che comprende arretrati e conguagli sugli acconti. A partire dal mese di luglio, gli stipendi saranno invece a regime con i nuovi aumenti mensili contrattuali.

 

Sono stati attribuiti i miglioramenti delle voci stipendiali relativi alle tre decorrenze del 1 gennaio 2016, 1 gennaio 2017 e del 1 marzo 2018, tramite conguaglio degli acconti, mentre a partire dal 1 aprile 2018 è stata conglobata nello stipendio l’indennità di vacanza contrattuale.

 

Inoltre, a partire dal 1 marzo 2018, è stato attribuito un elemento “perequativo” mensile per le posizioni stipendiali più basse, che ha carattere di temporaneità fino al 31 dicembre 2018. Infine sempre da marzo è stato incrementato l’importo mensile della retribuzione professionale docenti.

 

A questi miglioramenti, che sono stati attribuiti analogamente ai colleghi docenti dello Stato, si sono aggiunti quelli previsti per i maggiori impegni e flessibilità del personale docente della scuola trentina: si tratta di una tantum per i due anni scolastici 2016/17 e 2017/18.

 

Questo provvedimento va a compensare il significativo impegno richiesto per la realizzazione degli obiettivi assegnati al sistema scolastico, tra i quali in particolare l’inclusione, il trilinguismo, l’alternanza scuola-lavoro e l’incremento del compenso per la flessibilità organizzativa e didattica nell’ambito delle modalità organizzative finalizzate al conseguimento degli obiettivi del Progetto d’istituto, del tempo scuola e dei relativi progetti declinati.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 ottobre 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 ottobre - 13:49

Il precedente bando era stato annullato per irregolarità formali. Si dice amareggiato e non sa se presenterà la sua candidatura: "Ho portato in attivo il Centro, anche grazie al sostegno della Provincia. Ma ora sarà tenuto in considerazione tutto quello che è stato fatto?"

16 ottobre - 06:01

Nelle risposte a ilDolomiti i candidati si sono espressi anche sul tema dei campi nomadi. Magagni, che con i sinti lavora da 25 anni: "Dicono che devono essere espulsi? Ma dove? Sono trentini dai tempi di Cecco Beppe"

16 ottobre - 13:01

E' successo nella notte tra lunedì e martedì a Trento Nord, in zona Roncafort, quando i militari sono entrati in azione per la presenza di alcune persone a bordo di un'auto in sosta. Un 39enne prova a scappare, aveva circa 230 grammi di cocaina e 50 grammi di eroina

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato