Contenuto sponsorizzato

Dellagiacoma tenta la terza capriola: da Forza Italia alla Lega a Fratelli d'Italia in pochi mesi. I forzisti: ''Lui porta a loro nostri giovani? Plateale fake''

Il giovane aspirante giurista ha annunciato che porterà al partito di Meloni un gruppo di giovani di Forza Italia anche se da alcuni mesi è iscritto alla Lega. Il coordinatore giovani leghisti: ''Guardo con tristezza alle manovre mediatiche di qualcuno per promuovere se stesso. Dellagiacoma comprenda che per essere parte di un partito è necessario esserne militanti e non solo puntare a delle candidature''

Di Luca Pianesi - 02 agosto 2020 - 20:36

TRENTO. Chi ruba cosa a chi? Non si capisce più niente tra i giovani della destra trentina che stanno facendo una gran confusione pur di accaparrarsi qualche ruolo in più in ottica elezioni amministrative. A onor del vero, però, va detto che il polverone parte tutto da un ragazzo, un giovane che i lettori de il Dolomiti forse ricorderanno come uno dei commentatori seriali sulla nostra pagina Facebook. Il suo commento standard in genere è una critica a noi (che ci sta alla grande, per carità) e la frase ''guardi che io studio giurisprudenza'' come replica a qualsiasi utente che prova a stigmatizzare quanto scrive.

 

Ebbene il giovane aspirante giurista sta provando un colpaccio: un salto triplo carpiato ma senza essersi ricordato il costume. Ci spieghiamo. Lo scorso ottobre, capita l'aria che tirava, dopo 5 anni di militanza in Forza Italia, aveva deciso di lasciare il partito del Silvione nazionale (sempre più giù nei sondaggi e meno influente politicamente) per abbracciare la Lega primo partito nazionale. 

 

Lo aveva fatto con un comunicato stampa che si concludeva con queste parole: ''Mi dimetto dall'incarico di coordinatore provinciale di Forza Italia Giovani che mi era stato affidato tre anni fa (...). Cinque anni in Forza Italia, più o meno un quarto della mia vita, mi lasciano nel cuore molti ricordi, tuttavia arriva il momento di scontrarsi con la realtà e questa è che i valori conservatori e liberisti non sono più rappresentati da Forza Italia e che adesso il leader della coalizione e l'unico uomo che gli italiani vogliono al governo è Matteo Salvini''.

 

Da Silvione al Capitano il passo era stato breve, ma poi, dopo poco, è successo qualcosa: la Lega ha cominciato a perdere consensi, i sondaggi sono crollati e dal 33% delle europee (di poco più di un anno fa) si è passati oggi a un 24% risicato. Chi, invece, ora ha il vento in poppa, chi è? Fratelli d'Italia che in pochi mesi ha doppiato Forza Italia e ora insidia i 5 Stelle come terzo partito italiano. E allora l'aspirante giurista cosa deve aver pensato? Che se era passato da Silvione al Capitano, così facilmente, poteva fare la terza capriola e raggiungere Giorgia portandole in dote (a detta sua) i giovani di Forza Italia. Voi direte: ''Come i giovani di Forza Italia, che centrano questi?''. 

 

E' la stessa domanda che si sono posti proprio i forzisti del Trentino che con un comunicato stampa scrivono così: ''Apprendiamo che domani tale Francesco Dellagiacoma annuncerà il passaggio di un gruppo di giovani di Forza Italia nelle liste di Fratelli d’Italia. Benedirà il rito il sen. De Bertoldi. È appena il caso di puntualizzare che si tratta di una plateale “fake news” in quanto Francesco Dellagiacoma non risulta iscritto a Forza Italia bensì tesserato nel 2020 con la Lega Nord. Non avendo trovato spazio e consenso interno in tale partito si muove ora verso nuovi orizzonti. I referenti di Forza Italia in questo momento sono Luca Bazzanella Coordinatore regionale e Lukas Groebner con un folto gruppo di iscritti che certamente non seguiranno alcun riposizionamento''.

 

E i leghisti? ''Apprendo da fonti locali che domani, presso Palazzo Thun, verrà ufficializzato il passaggio della giovanile di Forza Italia in Fratelli d’italia/Gioventù Nazionale - scrive Marco Leonardelli, coordinatore Lega Giovani Trentino -. Le due compagini sono e continuano ad essere importanti alleati nella battaglia per rinnovare Trento e offrire ai cittadini una nuova prospettiva. Non posso, comunque, non esprimermi sul fatto che uno dei relatori della presentazione di domani risulti iscritto alla Lega e non a Forza Italia. Guardo con tristezza alle manovre mediatiche di qualcuno per promuovere se stesso, ma ciononostante auguro alla nuova giovanile di Fratelli d’italia un buon lavoro, con la speranza che Francesco Dellagiacoma comprenda che per essere parte di un partito è necessario esserne militanti e non solo puntare a delle candidature. Concludendo, troviamo scorretto da parte di Dellagiacoma non affermare di essere, da febbraio, tesserato Lega sperando in un errore di trascrizione e non in una intenzione di pregiudicare Forza Italia''.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 settembre - 12:15

Santi-Malfer c’è l’apparentamento. La furia del Pd: “Si sarebbe potuta trovare la sintesi a quanto pare però, il problema non era politico ma di poltrone. È evidente che le ambizioni personali e il rancore sono stati anteposti ai programmi politici, ma così non si fa il bene della comunità”

26 settembre - 11:26

I due, di 27 e 32 anni, erano d'accordo che si sarebbero trovati alle 17 a Malga Silvella, per percorrere da lì il sentiero che porta al Filmoorstandschützenhütte, rifugio di Kartitsch dove avrebbero passato tre giorni

26 settembre - 12:21

La sezione di Riva del Garda rischia in questo modo di frantumarsi ulteriormente, la scelta di apparentarsi con la candidata sostenuta tra gli altri da Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia non convince nuovamente parte degli autonomisti stessi. Un Patt che già è arrivato diviso alle elezioni tra i candidati che hanno corso senza simbolo con il sindaco uscente e il movimento che si è schierato con Malfer 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato