Contenuto sponsorizzato

Concerto Vasco Rossi a Trento, Stanchina: ''Una sfida: tanto lavoro e poco tempo. Segnale di ripresa per un comparto che ha sofferto moltissimo per Covid''

L'attesa è che almeno 120 mila spettatori paganti possano raggiungere la Trentino Music Arena all'area di San Vincenzo in località Mattarello. Il vice sindaco Stanchina: "La sfida logistica è imponente ma la sinergia con la Provincia sarà potente per far sì che poi chi viene sul territorio possa ritornare"

Di Luca Andreazza - 28 luglio 2021 - 18:04

TRENTO. "Può essere un segnale forte di ripresa per un mondo, quello della cultura e dello spettacolo, che ha sofferto moltissimo a causa dell'emergenza Covid". Questo il commento di Roberto Stanchina, vice sindaco di Trento, nel parlare del concerto di Vasco Rossi a Trento previsto per il 20 maggio 2022. 

 

"Nel 1991 ero fronte palco a Torino e dopo 30 anni mi ritrovo dall'altra parte - dice il vice sindaco - chiaro che questa è una sfida che deve essere raccolta: l'impegno è massimo e questo appuntamento è un segnale per un comparto che ha sofferto e pagato tantissimo la pandemia. Se la mission è quella di ripartire, organizzare un concerto di Vasco Rossi a Trento non può che essere motivo di orgoglio, anche per regalare un momento di relax dopo 2 anni molto duri".

 

L'attesa è che almeno 120 mila spettatori paganti possano raggiungere la Trentino Music Arena all'area di San Vincenzo in località Mattarello. "La sfida logistica è imponente - prosegue Stanchina - ma la sinergia con la Provincia sarà potente per far sì che poi chi viene sul territorio possa ritornare. A cominciare da Vasco e dal suo entourage, ma anche tutti i musicisti che verranno nel capoluogo per esibirsi in questo nuovo spazio".

 

Si stima una ricaduta importante di questo evento: "Il valore supera già abbondantemente i 10 milioni", dice Maurizio Rossini, amministratore delegato di Trentino Marketing (Qui articolo). Si insiste molto sul fatto che questo evento sarà un formidabile traino promozionale per Trento e per il Trentino. Anche se per ora della Music arena si conosce poco o nulla e mancano già pochi mesi al concerto del Blasco. 

 

"E' chiaro che questo non è un punto di arrivo ma di partenza molto forte. Il lavoro è tanto, il tempo poco: bisogna correre per organizzare questo evento. Non è stato facile portare a Trento 600 mila persone per l'Adunata degli alpini di tre anni fa, ma ci è stata riconosciuta una grande serietà, preparazione e professionalità: il team giusto composto tra Comune, Provincia e Trentino Marketing può confermare questo livello e poi saremo con la fascia ben allacciata in testa al concerto, probabilmente per la prima volta porterò mia mamma al concerto di Vasco", conclude Stanchina.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 settembre - 18:17
Il Disegno di legge sul mobbing e lo straining di cui la senatrice Donatella Conzatti è prima firmataria prevede una definizione ampia ed [...]
Cronaca
20 settembre - 16:00
Sono stati analizzati 1.148 tamponi tra molecolari e antigenici. Ci sono 18 persone in ospedale, di cui 1 in paziente in terapia intensiva
Cronaca
20 settembre - 16:51
Il giovane stava scendendo lungo la strada sterrata da solo quando ha perso il controllo della sua bicicletta, nella caduta il 20enne ha riportato [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato