Contenuto sponsorizzato

Otto giovani trentini hanno percorso la grande via migratoria a bordo del furgoncino delle Acli

A palazzo Thun sarà esposta fino al 5 luglio la testimonianza fotografica di Ipsia, che da anni fornisce aiuti nei campi profughi lungo la via migratoria

Di Pier Paolo Bonini (Liceo Prati) - 26 giugno 2019 - 22:24

TRENTO. Otto giovani trentini hanno percorso la grande via migratoria a bordo del furgoncino Acli e ora restituiscono l'esperienza con una galleria fotografica inaugurata a palazzo Thun. Questo il progetto BalcanicaMente targato Ipsia-Istituto pace sviluppo innovazione delle Acli.

 

Otto giovani trentini, dopo cinque giornate di formazione, sono partiti il 22 aprile a bordo di un furgone delle Acli e, arrivati a Belgrado, hanno ripercorso la rotta migratoria a ritroso. Durante il viaggio hanno visitato i campi profughi ed i luoghi in cui lavora IPSIA, lungo i confini tra Serbia e Croazia, Bosnia e Croazia e, oltre alla già citata Belgrado anche a Sarajevo.

 

Uno dei partecipanti, Roberto Cialdella, ha raccontato come ha vissuto il viaggio: “E’ stata una bella esperienza, sono stato colpito da molte cose: vedevamo bambini che, nonostante avessero abbandonato tutto, erano sereni e contenti. Dall'altra parte però, abbiamo visto situazioni critiche: il campo di Bira, per esempio, a nordovest della Bosnia. Lì la situazione è molto difficile, e la gestione delle persone è molto complicata”.

 

L’obiettivo finale è dunque sensibilizzare i giovani e la cittadinanza tutta facendo riflettere sulla realtà incontrata. Questo è possibile restituendo al territorio l’esperienza tramite interviste, pubblicazioni di testimonianze su facebook e Instagram e infine con la mostra fotografica, che rimarrà a palazzo Thun fino al 5 luglio.

 

Prosegue quindi l’impegno di Ipsia, che fa parte di un network formato da Caritas locali e altre organizzazioni, che insieme, dal 2015, inizio della crisi migratoria, sono attive per far fronte all'emergenza con programmi di distribuzione di aiuti umanitari, allestimenti di strutture e molto altro.

 

In programma ci sono ulteriori incontri presso i gruppi giovani locali, i gruppi scout cittadini ed il Centro Missionario Diocesano, per continuare la divulgazione e le riflessioni sulla drammatica realtà migratoria lungo la “Rotta Balcanica”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 luglio - 06:01

Il 15 luglio il ministro Salvini ha mandato una circolare a tutti i prefetti. L’obiettivo del Viminale è quello di avere un quadro chiaro sui campi abusivi "per predisporre un piano di sgomberi". Franzoia: " A queste persone devono essere offerte delle alternative. Il Governo dovrebbe stanziare delle risorse che invece non ci sono"

 

 

23 luglio - 08:24

Le violenze sono iniziate circa due anni fa. Il compagno si è trasformato in una vero e proprio aguzzino. Ad inizio luglio, però, ha trovato il coraggio di denunciarlo e l'uomo è stato subito arrestato 

22 luglio - 19:22

In aula il presidente della Provincia ha ribadito più volte che non c'è compatibilità tra grandi carnivori e agricoltura e allevamento di montagna rischiando di svilire dei progetti apprezzati e premiati in tutta Europa che possono essere migliorati ma hanno già raggiunto grandi risultati (170.000 euro di danni in un anno per le 100-120 unità tra orsi e lupi sono circa 1.500 euro a grande carnivoro, cifre migliorabili ma comunque molto basse)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato