Contenuto sponsorizzato

Labirinti di fiori invadono il centro storico, un unico spazio gioco (tutto da percorrere) a misura di bambini

Trento riparte riempiendosi (letteralmente) di fiori. Il servizio Gestione strade e parchi propone infatti una nuova veste di Fiori in centro, per contribuire ad un’idea di rinascita attraverso l’immagine del ciclo vitale delle fioriture e dare un segno tangibile alla valorizzazione e al sostegno delle realtà economiche del settore duramente provate da blocco delle attività degli ultimi mesi

Pubblicato il - 02 luglio 2020 - 17:18

TRENTO. Dopo l'emergenza sanitaria, Trento riparte riempiendosi (letteralmente) di fiori. Il servizio Gestione strade e parchi propone infatti una nuova veste di Fiori in centro, per contribuire ad un’idea di rinascita attraverso l’immagine del ciclo vitale delle fioriture e dare un segno tangibile alla valorizzazione e al sostegno delle realtà economiche del settore duramente provate da blocco delle attività degli ultimi mesi.

 

Durante quest'edizione il centro storico si trasforma in un unico, grandissimo, spazio gioco per i bambini. Le strade e le piazze accolgono e accoglieranno labirinti di fiori, tutti da percorrere e da scoprire attraverso una caccia al tesoro individuale, da giocare quando si voglia e senza assembramenti, da soli o accompagnati da adulti.

 

Il percorso, articolato in dieci tappe e ideato da due operatrici ambientali, Gabriella Gretter e Anna Brugnara, è descritto in un piccolo quaderno provvisto di mappa del centro storico con osservazioni guidate, piccoli giochi da risolvere, disegni da eseguire e colorare, che sarà disponibile presso l’Ufficio relazioni con il pubblico e l’Azienda per il turismo Trento, Monte Bondone e Valle dei Laghi.

 

Una volta completato il percorso (almeno per metà delle tape previste) sarà possibile, fino ad esaurimento scorte, ritirare un piccolo gadget come premio presso gli stessi uffici, dove sono in distribuzione anche il pieghevole 6 percorsi alla scoperta di Trento e del paesaggio tra la città e la montagna e la guida ai giardini pubblici della città Verde a Trento.

 

Nella costruzione grafica dei giochi sono state coinvolte associazioni attive nel sociale in stretta e fondamentale collaborazione con il servizio Beni comuni e gestione acquisti e l’ufficio Politiche giovanili. In questo contesto è stata presentata una proposta di collaborazione da parte di Anfass che, grazie ad un patto con l'Amministrazione comunale, mira ad arricchire le aiuole attraverso illustrazioni artistiche legate alle tematiche ambientali.

 

I disegni sono stati realizzati grazie alla creatività dei giovani ospiti del Centro Per.La., che firmano anche l’immagine di copertina della guida alla caccia al tesoro. Sono state sei le realtà economiche del settore florovivaistico e della realizzazione di giardini che hanno risposto al bando proposto dall’Amministrazione.

 

Verranno realizzate 9 aiuole in altrettanti punti del centro storico: piazza Santa Maria Maggiore, via Oss Mazzurana, via Roggia Grande, piazzetta Nicolò Rasmo, via del Simonino e piazza Vittoria. I giardinieri comunali, come di consueto, preparano le basi di lavoro e realizzano direttamente alcuni allestimenti in luoghi di particolare prestigio, come la grande aiuola “labirinto” già pronta in piazza Cesare Battisti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 agosto 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 agosto - 15:59

La comunità di frati francescani è presente nel paese dal 1685, quando occuparono l’antico podere un tempo appartenuto ai Conti del Tirolo. All'origine di questa scelta c'è la carenza di vocazioni. Don Albino ha scritto una lettera dove spiega la situazione e auspica che non ci siano interventi speculativi sulla struttura

04 agosto - 12:47

Nessuno ha rubato il campo da calcio a nessuno (l'evento è stato autorizzato dal Comune e dalla società sportiva), nessuno ha sgozzato animali sul campo da gioco, tutti hanno rispettato le norme anti-Covid e anche di più (compresi i bambini). Youness Et Tahiri, 22enne del posto, nato in Italia da genitori marocchini, ci racconta cosa è successo dalle 7 del mattino alle 9 di venerdì scorso (rispondendo agli insulti di chi ha commentato sotto il post della candidata sindaca)

04 agosto - 15:03

E' successo alle 10 di questa mattina, dopo aver capito che in cassa non era presente denaro, l'uomo è uscito dalla banca per poi allontanarsi a piedi verso il centro della città

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato