Contenuto sponsorizzato

Per la candidata sindaca della Lega ''Lavis capitale dell'Islam?'' e scatena l'odio in rete, ma ecco cosa è successo davvero (IL VIDEO)

Nessuno ha rubato il campo da calcio a nessuno (l'evento è stato autorizzato dal Comune e dalla società sportiva), nessuno ha sgozzato animali sul campo da gioco, tutti hanno rispettato le norme anti-Covid e anche di più (compresi i bambini). Youness Et Tahiri, 22enne del posto, nato in Italia da genitori marocchini, ci racconta cosa è successo dalle 7 del mattino alle 9 di venerdì scorso (rispondendo agli insulti di chi ha commentato sotto il post della candidata sindaca)

Di Luca Pianesi - 04 agosto 2020 - 12:47

LAVIS. ''Beh insomma questa è proprio grave. Prima di tutto un assembramento a tutti gli effetti e poi in un centro sportivo...non oso immaginare se poi hanno davvero sgozzato agnelli mi viene il rigurgito. Sono basita'': questa Mariagrazia. Poi è arrivata Martine: ''Ma nessuno ha visto da vicino cosa facevano? È crudeltà sugli animali''. E Ivan: ''Se qualcuno ha consentito questa forma di assembramento ne dovrà rispondere... Non mi sembra che abbiano attuato le misure di precauzione al Covid, chi permette ciò deve anche controllare che tutto si svolga nel rispetto della salute della popolazione''. Poi vari ''che schifo'', diversi ''dove andremo a finire'' e Romana che addirittura ha scritto: ''Fatevi sentire giovani Lavisani !!! se no il vostro campo diventa proprietà loro''. Questi i commenti scritti sotto la pagina Facebook della candidata sindaca alle elezioni comunali della Lega di Lavis Monica Ceccato.

 

Un post che, vi stiamo raccontando da qualche giorno, ricalca perfettamente quello fatto a Riva del Garda da Luca (Balota) Grazioli e si inserisce in un solco di attacco alla comunità islamica trentina che gli aspiranti politici della Lega stanno portando avanti in maniera sistematica, evidentemente nel tentativo di recuperare un po' di consenso, spaccando le comunità e creando contrasti e rabbia. Ma se il post di Daniele Demattè sul picnic di due persone in Piazza Dante a Trento con macchina parcheggiata nel parco si era rivelato un boomerang (perché, come da verifiche, l'auto era di un tecnico incaricato dal Comune) e quello su Mori, dove accusava una persona di macellare in terrazzo un ovino, si è rivelato falso (come confermato dal Comune di Mori e dalle ricevute di acquisto e macellazione, avvenuta nel veronese, dell'animale), Monica Ceccato il suo ha voluto anche ripostarlo sulla nostra pagina.

 

Un post che ha scatenato la solita tempesta di insulti e (non)ragionamenti bastati essenzialmente sulla propria esperienza personale, fondata su una mancanza di conoscenza sia della questione generale che della questione specifica. Tutto si è basato sul quanto caricato della candidata con la solita foto rubata da distanza siderale, confusa e per questo interpretabile in mille maniere, e uno scritto altrettanto confuso che passa dal fatto che ci sarebbe stato ''andirivieni continuo di persone'' che c'era la ''festa del sacrificio'' aggiungendo ''senza considerare i metodi di macellazione degli agnelli sacrificati, pratica estremamente cruenta'' poi il contrasto tra ''i nostri ragazzi'' che lì dovrebbero giocare a pallone, le ''nostre tradizioni, cultura e storia'' (stesse parole del Balota di Riva che titolava il post alla stessa maniera di Grazioli) e ancora i riferimenti alla ''nostre'' sagre saltate per l'emergenza Covid e alla distanza sociale che a noi viene imposta.

 

E allora, anche in questo caso, facciamo un po' di chiarezza. Ci aiuta a capire quanto avvenuto Younesse Et Tahiri, 22enne del posto, nato in Italia da genitori marocchini: ''La nostra associazione ha fatto richiesta al Comune e alla società sportiva che gestisce il campo per poter svolgere all'aperto (come avvenuto in tutta Italia ndr) la preghiera per la Festa del Sacrificio. Si sono utilizzati i campi da calcio proprio per rispettare le norme anti-coronavirus, per poter garantire il distanziamento sociale ed evitare assembramenti in luoghi chiusi. Come si può vedere, però, la stragrande maggioranza dei presenti, compresi i bambini, hanno indossato comunque lo stesso le mascherine. All'ingresso c'era il gel disinfettante per tutti e comunque la preghiera è avvenuta nel rispetto del distanziamento sociale''.

 

 

 

 

Per quelli che poi hanno sostenuto che il campo sarebbe stato sottratto ai ''nostri ragazzi'' la cerimonia di preghiera è durata un'oretta e ''tutto compreso si è svolto dalle 7 del mattino alle 9 - racconta ancora Youness -. In questi casi non c'è andirivieni. Si va lì, si prega e si torna a casa. Poi in qualche modo qualcuno ipotizza in quei commenti sotto il post della candidata sindaca che il campo è pagato dalle tasse dei cittadini e quindi noi avremmo 'rubato' risorse pubbliche destinate ad altro? Vorrei sottolineare il fatto che molti di quelli che erano in preghiera, come me, sono italiani, pagano le tasse da decenni in Italia e rispettano le regole come tutti gli altri''. Capitolo sacrificio del montone: non c'è stato nessuno sgozzamento o cose simili nel campo sportivo di Lavis, dove si è semplicemente pregato. Il macello avviene nei macelli italiani rispettando la loro tecnica di uccisione dell'animale, da molti considerata meno cruenta della nostra (per quel che conta, visto che poi il risultato è lo stesso). 

 

Tale atto ricorda la prova di fede di Abramo a cui Dio aveva chiesto di offrire in sacrificio suo figlio Ismaele. Come raccontato nel Corano e nella Bibbia, Abramo accetta la richiesta come atto di obbedienza e solo poco prima del sacrificio di suo figlio è fermato dall’arcangelo Gabriele per volere di Dio al quale viene quindi sacrificato un montone. Ma non c'è nulla di cui scandalizzarsi in queste foto: c'è tanta cultura e tradizione italiana perché c'è la Costituzione che viene rispettata (viene garantita la libertà di culto) e le norme anti-Covid nazionali che vengono osservate (con anche maggiori precauzioni rispetto a quanto dovuto). Con buona pace di chi semina odio

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 settembre - 19:51

Nelle ultime 24 ore sono stati trovati altri 20 positivi, 8 sono le persone sintomatiche e c'è anche un minorenne. Sono 11 i pazienti che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero, nessun si trova in terapia intensiva ma 2 cittadini si trovano in alta intensità

28 settembre - 17:29

Numeri che comunque preoccupano, il Trentino peggior territorio d'Italia nell'ultimo report dell'Iss. Nel pomeriggio in Provincia, i rappresentanti della Giunta hanno convocato la task force per un ulteriore aggiornamento sulle strategie diagnostiche e sulla situazione Covid nelle scuole

28 settembre - 19:06

Tanta paura questa mattina a Treviso per un 20enne caduto nel Sile. Il giovane, però, per fortuna, era sano e salvo. E' stato ritrovato a Bassano del Grappa 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato