Contenuto sponsorizzato

Un'estate di eventi e attività gratuite tra tartarughe, boschi e stelle: ecco tutto il programma offerto dal Museo Civico di Rovereto

Il Museo Civico insieme al Comune di Rovereto ha pensato ad un programma estivo intenso e inedito concepito per offrire non solo appuntamenti culturali di qualità, ma anche un servizio rivolto ai cittadini che saranno orientati a passare l’estate in città, se non addirittura vincolati a non spostarsi

Pubblicato il - 07 luglio 2020 - 18:49

ROVERETO. Dopo le proposte culturali online di #apertipercultura durante il lockdown, con rinnovato spirito per l’estate il Museo Civico di Rovereto si reinventa in presenza, cercando di interpretare i bisogni più attuali del pubblico: in collaborazione con il Comune di Rovereto riesce a presentare un programma estivo intenso e inedito che va oltre e si aggiunge alla tradizionale proposta stagionale del Museo, concepito per offrire non solo appuntamenti culturali di qualità ai turisti, ma anche un servizio civico rivolto ai cittadini di Rovereto che saranno orientati a passare l’estate in città, se non addirittura vincolati a non spostarsi a causa dell’emergenza sanitaria tuttora in corso.

 

In quest’ottica sono state pensate, grazie alla collaborazione con il Comune, iniziative da svolgersi tutte all’aperto, a ingresso totalmente gratuito, nel rispetto delle norme anti-Covid, e diffuse nei quartieri della città in modo da raggiungere quante più persone possibile. Di necessità virtù, recita il proverbio, e la necessità si trasforma in opportunità: l’estate si passerà insieme all’aperto con tante attività nuove, che permetteranno al pubblico di conoscere aree inedite sul territorio e di riappropriarsene. Le iniziative avvengono in città, per le strade e nei cortili, e sul territorio, presso il Giardino del Museo di Scienze e Archeologia, a SperimentArea - Bosco della città, sul Monte Zugna. In particolare:

 

GIARDINO D’ESTATE
Uno dei luoghi nuovi da frequentare è il rinnovato giardino del Museo di Scienze e Archeologia in Borgo Santa Caterina Tutti i venerdì, a partire dal 3 luglio In associazione alla mostra "Ci vuole un fiore. La flora del Trentino ieri, oggi, domani", sono previste visite guidate e approfondimenti a tema botanico, ma anche incontri con scrittori, giornalisti, esperti di piante officinali e mangerecce e molto altro ancora.
A partire da venerdì 28 agosto, il giardino ospita, oltre alla visita guidata, gli Schermi dell’Antico, serate di cinema all’aperto con proiezione di documentari selezionati nella cineteca della Rassegna del Cinema Archeologico sulle tematiche della salvaguardia del patrimonio culturale mondiale, in avvicinamento al Festival previsto per fine settembre. il 18 agosto un grande appuntamento di cinema all’aperto è ospitato anche sulle terrazze del Mart con, la proiezione della docu-fiction "Paolo Orsi. La meravigliosa avventura". Una serata speciale con la proiezione del film dedicato al grande archeologo, con la partecipazione dell’attore protagonista Carlo Andrea Postinger.

LA CITTA’, PROTAGONISTA DELL’ESTATE
Per chi resta o viene a Rovereto, la città diventa un luogo da scoprire. Sono tantissime le nuove proposte “urbane”, con passeggiate divertenti tra scienza e storia Passeggiate tra Storia e storie sabato 4 luglio, 1 agosto, 5 settembre alla scoperta della Rovereto preistorica, dell'età del Bronzo, sulle tracce di Paolo Orsi, alla Busa dell’Adamo e a tante altre zone interessanti per scoprire storia e storie di Rovereto insieme agli esperti archeologi del Museo.

 

Botanica urbana - sabato 29 agosto, 12 settembre, 26 settembre, 10 ottobre
Passeggiate per scoprire l’inaspettata biodiversità “green” anche in città partendo dal Museo di Scienze e Archeologia, con possibile visita alla mostra "Ci vuole un fiore", passeggiate attraverso i quartieri e i dintorni della città a tema botanico e
paesaggistico accompagnati dagli esperti del Museo.
Astronomia urbana osservare le stelle a un passo da casa: alcuni giovedì sera (le date e i quartieri sul sito del Museo), serate di osservazione astronomica nei quartieri di Rovereto a cura delle astronome della Fondazione.
L’osservazione sarà effettuata con i telescopi portatili del Museo e sarà preceduta da un momento di illustrazione teorica.

 

A SPERIMENTAREA
La stazione di ricerca del Museo al Bosco della Città diviene verde scenario delle più svariate iniziative, di giorno e di sera, tra astronomia, zoologia e tecnologia, adatte a grandi e piccini. Tartarugando a Sperimentarea tutti i giovedì mattina di luglio e agosto, si adotta a distanza una tartaruga Tutti a Sperimentarea per conoscere e nutrire le tartarughe di terra e di acqua, accompagnati da un esperto del museo che racconterà la vita e le abitudini della colonia di tartarughe del Museo.

Il canto degli insetti sabato 25 luglio e martedì 4 agosto paesaggi sonori e ambienti acustici notturni. I Gli insetti sono i più comuni esseri viventi sul pianeta Terra, ma la loro abbondanza e diversità è in declino mettendo in crisi l’ecosistema da cui l’umanità dipende. Spesso passano inosservati, non li vediamo ma inconsapevolmente li ascoltiamo. Con gli esperti del museo ci si potrà avvicinare agli insetti attraverso l’udito, un senso utilissimo per l’osservazione e lo studio della natura.

 

Le stelle di Sperimentarea – tutti i giovedì sera di luglio e agosto - ad eccezione delle serate nei quartieri cittadini - osservazione del cielo notturno a cura della sezione di astronomia del museo. I partecipanti potranno trascorrere la serata nel prato (possibilità di picnic), all’imbrunire vi sarà la presentazione su una tematica specifica, sempre diversa per ogni serata e, a seguire, l’osservazione dei corpi celesti con i telescopi portatili del Museo. Sperimentarea for kids - sabato pomeriggio di luglio e agosto Attività e giochi scientifici e laboratori dedicati alle famiglie e ai ragazzi fino ai 12 anni a Sperimentarea:
4 e 18 luglio Razzi fai da te
23 agosto Orienteering: lo sport dei boschi
29 agosto La terra in gioco

 

SUL MONTE ZUGNA
Tra terra e cielo - 26 luglio
Passeggiata naturalistica in compagnia di un esperto zoologo associata all’osservazione del sole presso l’Osservatorio Astronomico. La proposta si articola su tutta la giornata con la passeggiata nelle ore della mattina e l’osservazione nel pomeriggio. Possibilità di pranzo al sacco o presso il Rifugio.

 

GITE SU DUE RUOTE
Pedalando verso l'isola dei tesori - 2 agosto e 27 settembre
Per la prima volta il museo propone l’esplorazione del territorio su due ruote. Un percorso a tappe tra archeologia e natura da Rovereto fino al sito archeologico dell’Isola di Sant’Andrea a Loppio lungo la pista ciclabile per osservare il paesaggio naturale, individuare gli elementi che lo compongono e capire come l’uomo nel tempo ha saputo trasformarlo, sfruttarlo e rispettarlo. Arrivo al sito archeologico dell’Isola di Sant’Andrea a Loppio e visita guidata. Rientro libero.

 

ROVERETO SI RACCONTA - RASSEGNA TEATRALE
giovedì 16, 23 e 30 luglio
Piccola rassegna teatrale che racconta la Memoria della città di Rovereto attraverso i personaggi che l’hanno visitata, vissuta e amata. Nel cortile di Palazzo Pretorio, gli spettacoli sono strutturati come brevi pièce teatrali della durata di 20 minuti. Nell’arco della stessa sera si prevedono 2 repliche dello spettacolo cui è abbinata una visita guidata al Museo della Città di Palazzo Sichardt.
- “Quella volta che a Rovereto.........” Dante Alighieri e il richiamo alla Divina Commedia, (Inferno XII, 4-9)
- I Veneziani e “La via della Seta”
- Napoleone Bonaparte, di cui ricordiamo la battaglia di Rovereto che ebbe luogo il 18 fruttidoro dell’anno IV della Rivoluzione Francese, il 4 settembre del 1796.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 06 agosto 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 agosto - 19:16

Sembravano due ordini del giorno semplici ed efficaci quelli presentati da Degasperi e Ghezzi eppure la maggioranza ha detto ''no'' ad entrambi. Nel primo caso (vista la riforma che prevede che le Apt raggiungano il 51% dei finanziamenti privati) si chiedeva che si assicurasse la massima chiarezza nell'utilizzo delle risorse pubbliche. Nel secondo che si facessero lavorare le maestranze trentine e si privilegiassero i paesaggi locali anziché quelle ''rubate'' all'estero. Purtroppo è andata male

06 agosto - 18:07

La storia raccontata da Alessandro, papà di Vittoria di 3 anni: "Sono rimasto davvero colpito da tutto l'aiuto che ci è arrivato. Ci eravamo già rassegnati e avevamo pensato di dire alla piccola che il coniglietto fosse partito per una vacanza al mare senza avvisarci, e che non sapevamo quando sarebbe tornato"

06 agosto - 17:45

Complessivamente il Trentino sale a  5.610 casi e resta a 470 decessi da inizio epidemia. Attenzione massima in Alto Adige, trovati 12 positivi nelle ultime 24 ore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato