Contenuto sponsorizzato

Ai “Casoni” il sabato si scende in cortile per pulire e imparare a riciclare: ''Così ho conosciuto vicini che nemmeno sapevo di avere''

Il gruppo di cittadini “Wivo i Casoni” e il Servizio Welfare e coesione sociale del Comune di Trento organizzano tre sabati dedicati alla pulizia degli spazi esterni del condominio ad alta complessità sociale i Casoni, “Animiamo, puliamo, giochiamo… Wivo i Casoni”. Maria Serena Zendri del Servizio Welfare: “Creare occasioni di socializzazione è fondamentale, soprattutto in un momento in cui facciamo fatica perché siamo stati chiusi in casa per un bel po’ di tempo”

 

Di Marianna Malpaga - 15 maggio 2021 - 13:45

TRENTO. Una trentina di cittadini, muniti di sacchetti, palette e guanti, ha ripulito i cortili esterni dei Casoni, il complesso popolare che si trova tra via Bronzetti, via Filzi, via Vittorio Veneto e via Bezzi e via Giusti, diviso in “Triangolo” e “Quadrilatero”. L’iniziativa si è svolta sabato scorso ma si ripeterà il 22 maggio e il 5 giugno tra le 9.30 e le 11.30. A proporla sono il Servizio Welfare e coesione sociale del Comune di Trento, il gruppo di cittadini attivo “Wivo i Casoni” e l’ufficio Gestione dei rifiuti urbani.

 

“I Casoni sono un condominio popolare ad alta complessità sociale – spiega Maria Serena Zendri del Servizio Welfare e coesione sociale del Comune di Trento, che segue il progetto – all’interno del quale convivono un gruppo di condomini Itea e di proprietari. Si tratta di una convivenza che non è mai stata semplice, ma che negli ultimi anni è diventata, se possibile, ancora più complessa. L’aumento di cittadini stranieri, la metratura ridotta degli appartamenti e le persone che convivono con un disagio psichico non hanno agevolato la soluzione di molte problematiche. Ci sono stati anche diversi casi di microcriminalità, vandalismo e presunto spaccio”.

 

Questa situazione ha portato alla nascita, tra il 2017 e il 2018, di un comitato di cittadini, il cui scopo era riportare ai servizi e alle istituzioni i problemi dei Casoni. “Pian pianino, poi, come Servizio Welfare – spiega Zendri – abbiamo cominciato un processo di comunità, cercando di lavorare sul senso di appartenenza dei cittadini al loro condominio. Due anni dopo, nel 2020, è nato quindi il gruppo di cittadini ‘Wivo i Casoni’, che è molto più propositivo. I cittadini parlano di ciò che non va, ma allo stesso tempo si impegnano in prima persona per promuovere un cambiamento all’interno del condominio”.

 

Una proposta che va in questa direzione è proprio l’iniziativa “Animiamo, puliamo, giochiamo… Wivo i Casoni”. Da un’analisi dei principali bisogni dei condomini, infatti, è emersa la preoccupazione nei confronti della gestione della raccolta differenziata e della cura degli spazi comuni. Nell’ultimo anno e mezzo sono state quindi organizzate diverse iniziative, che il gruppo “Wivo i Casoni” ha curato insieme al Servizio Welfare del Comune di Trento, in una logica di lavoro integrato tra servizi, cittadini e amministrazione. “All’inizio, quando organizzavamo queste giornate vi partecipavano solo una decina di persone – racconta Zendri -. Poi però siamo arrivati a coinvolgere fino a trenta persone”.

 

Animiamo, puliamo, giochiamo… Wivo i Casoni” è realizzato anche in collaborazione con Dolomiti Ambiente. I sabati di pulizia del quartiere, infatti, prevedono anche l’allestimento di un punto al quale i cittadini possono rivolgersi per avere informazioni sulla raccolta differenziata e lo smaltimento dei rifiuti. Ma sono allestiti anche dei laboratori di riuso per adulti e bambini, per promuovere un’educazione ambientale e al riciclo. “Tutte queste attività sono pensate anche per favorire la conoscenza tra condomini – spiega Zendri -. Scendo dal mio appartamento per imparare a fare la raccolta differenziata, certo, ma così ho anche l’occasione di conoscere i miei vicini di casa. Creare occasioni di socializzazione è fondamentale, soprattutto in un momento in cui facciamo fatica perché siamo stati chiusi in casa per un bel po’ di tempo”.

 

Una dei condomini dei Casoni ci racconta come queste giornate dedicate alla raccolta differenziata siano un tassello per risolvere i problemi che, da tempo, investono il complesso residenziale. “È importante che ci siano queste iniziative – racconta – e siamo contenti che siano partite, perché noi che viviamo ai Casoni vorremmo abitare in un contesto armonioso e piacevole. Il gruppo ‘Wivo i Casoni’ è nato proprio per cercare di creare dei momenti di convivialità e socializzazione fra le persone che abitano qui. Non basta, infatti, assegnare un alloggio Itea: bisognerebbe pensare anche a un momento per accogliere e accompagnare i nuovi condomini in quello che, per loro, è un contesto nuovo. Bisognerebbe proprio cambiare il modo di ragionare. Come cittadini ci stiamo organizzando perché ci sono molti problemi, che le istituzioni faticano o non vogliono vedere. Il nostro scopo è smuovere quest’invisibilità”.

 

Promuovere la raccolta differenziata permetterà di migliorare l’aspetto del condominio. “Ma è solo uno dei problemi – afferma la condomina –. Nel nostro cortile, infatti, si possono trovare macchine e biciclette abbandonate. Anche questi sono rifiuti. Con le stanghe, poi, qui entra chiunque, e porta le immondizie anche da fuori”. La condomina sottolinea anche la necessità di uno spazio interno per promuovere delle attività per bambini, adulti e anziani e per facilitare un momento d’incontro tra le persone che abitano i Casoni. “La nota positiva dei sabati promossi da ‘Animiamo, puliamo, giochiamo… Wivo i Casoni’ – conclude – è che ho conosciuto molte persone che abitano qui e che non avevo mai visto”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 giugno - 20:03
Il piccolo è stato vittima di un grave incidente avvenuto sabato mentre si trovava in bici. Trasportato in gravi condizioni al Santa Chiara, [...]
Cronaca
21 giugno - 16:30
“Non ci sono buoni e cattivi, ma solo persone diverse con esigenze diverse”. Questo il commento della nuova consigliera comunale dopo il primo [...]
Cronaca
21 giugno - 20:27
L'incidente è avvenuto a Borgo Valsugana in serata nella centrale via Spagolla. Dalle prime informazioni la giovane indossava il casco che ha [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato