Contenuto sponsorizzato

E' tempo di foliage sulla Paganella: dal forest bathing al giro dei masi, dai panorami sulle Dolomiti al lago di Molveno, tante le iniziative per scoprire i colori dell'autunno

Archiviata l'estata e in attesa della stagione invernale, l'Azienda per il turismo propone una serie di iniziative tra escursioni e discipline sportive per apprezzare i contrasti dei colori autunnali e scoprire il territorio

Pubblicato il - 13 ottobre 2021 - 20:49

PAGANELLA. Dalle cime delle Dolomiti di Brenta ai boschi di Fai della Paganella, da Molveno al giro dei masi di Andalo, l'Azienda per il turismo d'ambito organizza una serie di appuntamenti per valorizzare l'autunno e il foliage tra mille colori diversi.

 

Dall’immersione tra gli alberi del Parco del Respiro fino ai panorami di Pradel, passando per il Lago di Molveno e le esperienze enogastronomiche di San Lorenzo Dorsino. Sono tante le iniziative previste per il prossimo week end di ottobre.

 

La calda tavolozza autunnale, dal giallo bruciato al rosso fuoco, e un’esperienza di benessere per il corpo e per la mente. A unire le due cose è il Parco del Respiro di Fai della Paganella, un luogo dove è possibile passeggiare tra gli alberi e praticare il Forest Bathing, l’antica pratica giapponese che, grazie all’immersione totale nella foresta, aiuta ridurre lo stress, a normalizzare la pressione sanguigna e a innalzare le difese immunitarie. Per ottenere dei benefici è importante trascorrere all’interno del bosco almeno una decina di ore nell’arco di una settimana, meglio con il telefono spento o senza suoneria. L’esperienza si può vivere in autonomia o in compagnia di una guida.

 

Per gli amanti dello sport e delle attività all’aria aperta, alcuni dei percorsi più belli per ammirare il foliage in Dolomiti Paganella sono quelli che ruotano intorno al Lago di Nembia e al Lago di Molveno, eletto lago più bello d’Italia.

 

Qui, infatti, è possibile seguire uno dei numerosi percorsi a piedi, come quello che porta a Baita Ciclamino, oppure, se si desidera unire la bellezza del foliage a un’esperienza adrenalinica, salire in sella a una bici in autonomia o con guida mountain bike. Per gli amanti delle due ruote, inoltre, gli impianti e i trail della Dolomiti Paganella Bike Area rimarranno aperti ogni weekend fino al 3 novembre.

 

Un giro ad anello, tra Cavedago e Andalo, per esplorare i luoghi più segreti dell’altopiano e ammirare il foliage da un punto di vista privilegiato: quello che dalla chiesetta di San Tommaso si affaccia non solo sul territorio della Paganella, ma anche sulla vicina Valle di Non. Il percorso, adatto anche ai meno esperti e con partenza da Piazza San Lorenzo a Cavedago, è lungo circa 2 chilometri e si può compiere in meno di un’ora affiancando masi e boschi e attraversando le coltivazioni e gli orti tipici del territorio della Paganella.  

 

L’antica strada che collega San Lorenzo in Banale e Molveno, che attraversa anche le frazioni di Moline e Deggia, è perfetta per chi in autunno cerca pace e tranquillità e vuole farsi circondare dalle tinte tipiche di questa stagione. Tra i luoghi da non perdere il Santuario dedicato alla Madonna di Caravaggio, le case ricoperte di rampicanti che in autunno diventano un’esplosione di colori e il borgo di San Lorenzo, uno dei “Borghi più belli d’Italia” che dal 29 ottobre al 1 novembre ospita la Sagra della Ciuìga, una tre giorni di festa, tra il goloso e il folkloristico, che celebra questo insaccato tipico della zona e dalla storia affascinante.

 

Il Giro dei Masi di Andalo è una semplice passeggiata adatta a tutta la famiglia e che porta alla scoperta della storia del paese — un tempo composto da tredici piccole frazioni — svelando i suoi angoli più unici e particolari. A fare da sfondo al percorso di circa 6,5 chilometri le Dolomiti di Brenta e la loro tavolozza autunnale, che rende il giro ancora più suggestivo. Per completare la giornata in famiglia, inoltre, c’è il vicino Sarnacli Mountain Park, un percorso didattico sensoriale in mezzo alla natura dove i bambini possono scoprire tutti i segreti delle Dolomiti giocando all’interno del Parco Naturale Adamello Brenta, l’area protetta più estesa del Trentino.

 

Un poggio boscoso in mezzo a prati e pendii e con una posizione privilegiata da cui ammirare il turchese del Lago di Molveno e le tinte autunnali delle Dolomiti di Brenta: è l’Altopiano di Pradel, un’area a 1.367 metri d’altezza raggiungibile comodamente in auto da Andalo o grazie alla cabinovia Molveno-Pradel, impianto di risalita aperto tutti i giorni fino al 17 ottobre e ogni fine settimana fino al 1 novembre.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 1 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
01 dicembre - 20:22
A seguito delle dimissioni del comandante dei vigili del fuoco di Imer nelle scorse ore a rimettere il proprio incarico sono stati anche il [...]
Cronaca
01 dicembre - 19:55
Trovati 188 positivi, 3 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 138 guarigioni. Sono 52 i pazienti in ospedale. Sono 843.595 le dosi [...]
Cronaca
01 dicembre - 19:26
Oggi all'Adige il numero uno di Patrimonio del Trentino ha spiegato che ''l'abbiamo provata per un mese (..) ma abbiamo chiesto di cambiarla'' [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato