Contenuto sponsorizzato

Per affrontare il cancro ecco ''le felpe speciali' degli studenti per i loro coetanei. L'appello alle imprese trentine: ''Credete al nostro sogno, aiutateci a realizzarle''

L'iniziativa è partita da un progetto lanciato dal Centro Servizi Volontariato che ha poi visto coinvolti Lilt e Hospice. Protagonisti gli studenti del Centro Moda Canossa, l'istituto Vittoria e gli Artigianelli. Sono stati progettati delle felpe e dei borselli per diversi usi che verranno donati ai giovani malati di cancro

Di G.Fin - 24 February 2021 - 19:51

TRENTO. Affrontare la giornata in modo diverso, dare forza, grinta e allo stesso tempo anche mostrare la potenza che possono avere il volontariato e la solidarietà uniti assieme. A Trento è nato qualcosa di bello e importante che vede protagonisti dei giovani che hanno deciso di scendere in campo per aiutare altri coetanei in una difficile battaglia: quella contro il cancro. Una battaglia che si può combattere in tanti modi, con gli importanti sforzi della ricerca in medicina ma anche con il sostegno e la vicinanza.

 

Stiamo parlando di un progetto lanciato dal Centro Servizi Volontariato di Trento e che ha visto coinvolti due associazioni, Lilt e Hospice con protagonisti gli studenti del Centro Moda Canossa assieme all'Istituto Vittoria e agli Artigianelli. Il tutto è iniziato con un percorso di formazione e di sensibilizzazione lanciato dal CSV Trentino con quattro incontri durante i quali i giovani hanno potuto conoscere il mondo di Lilt e Hospice, capire in parte come vive una persona con il cancro, quali possono essere i problemi che si incontrano quotidianamente e tanto altro.

 

“Sono stati una sessantina i giovani che hanno deciso di prendere parte a questi incontri – ci spiega Caterina Cioppi, insegnante di sartoria dal Centro moda – durante i quali hanno ascoltato gli operatori delle associazioni e anche scoperto come dal dolore possa nascere tantissima unità e solidarietà”. Le parole ascoltate in questi incontri hanno fatto nascere nei ragazzi e nelle ragazze la voglia di essere presenti in questo mondo, di poter dare una mano. Come? Usando la propria passione e la propria professionalità. Gli studenti e le studentesse del Centro Moda Canossa e del Liceo Vittoria hanno quindi deciso di realizzare dei vestiti che potessero andare incontro ai bisogni di chi si trova ad affrontare la malattia, in particolare i giovani loro coetanei seguiti dalla Lilt trentina.

 

"Il prodotto a cui i ragazzi si sono dedicati maggiormente è la felpa – ci spiega la professoressa Caterina Cioppi – a cui hanno dato caratteristiche particolari. Dalla possibilità di avere un collo alto per coprire eventuali cicatrici oppure dei fori per il passaggio di canule per la somministrazione di medicinali oppure ancora le maniche che si possono staccare per sopperire alla termoregolazione alterata". Delle felpe ''speciali'', non per targetizzare ma per offrire maggiori confort.


Ma i giovani non si sono solamente fermati a questo. Per le persone seguite da Hospice, soprattutto malati terminali, i ragazzi hanno pensato a creare dei piccoli borselli decorati dove inserire i piccoli sistemi medici che spesso devono essere tenuti a contatto con il corpo per la somministrazione continua dei medicinali oppure ancora dei borselli che possono fungere da porta sacca per le urine. Ma anche cuscini e tanto altro per ornare e colorare la stanza. Ogni cosa è stata progettata dagli studenti del Centro Moda Canossa, le decorazioni e i disegni sono stati realizzati dai colleghi dell'Istituto Vittoria e infine saranno stampati dagli Artigianelli. Un lavoro di rete unico e bellissimo.


“Il nostro sogno – ha spiegato Giulia De Paoli del Centro Servizi per il Volontario responsabile dell'area Promozione e Scuola – è quello di arrivare alla fine dell'anno scolastico per poi identificare una o più aziende del territorio che abbiano voglia di credere in questo progetto”. La sfida, ha spiegato anche Francesca Fiori coordinatrice del Centro Servizi Volontariato, “E' produrre le felpe e gli altri capi progettati dai ragazzi. Per questo ci rivolgiamo con un appello al mondo imprenditoriale per portare a termine progetti così belli e innovativi”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 07 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
10 aprile - 16:22
Sono stati analizzati 2.927 tamponi tra molecolari e antigenici. Oggi 22 casi tra over 60 e 19 contagi tra giovani e ragazzi in età scolare
Società
10 aprile - 10:43
Dopo le parole di Draghi su chi “salta la fila” per fare il vaccino, uno psicologo trentino si dice pronto a rinunciare alla sua dose già [...]
Cronaca
10 aprile - 13:01
Dopo aver rilevato l'attività dal "vecchio Pierino" nel 1989, Franco Zobele ha deciso di andare in pensione. Nei 32 anni di lavoro [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato