Contenuto sponsorizzato

Trento ci mette il cuore, ma non basta: Milano va in semifinale e i bianconeri salutano la stagione 2020/2021. PAGELLE

Una partita vinta solo dalla maggior profondità della panchina di Milano perché il cuore e l'intensità messi da Trento erano molto lontani da quelli delle scarpette rosse. Una sconfitta che brucia, ma allo stesso tempo un buon modo per dire addio alla stagione. I bianconeri escono definitivamente dal parquet a testa alta 

Foto D.Montigiani
Di Mattia Sartori - 16 May 2021 - 22:50

TRENTO. It’s win or go home, come dicono gli americani. Dopo le due sconfitte al Forum, la Dolomiti Energia si trova con le spalle al muro: per passare al prossimo round l’unico risultato possibile è la vittoria. Dopo una lunga settimana piena di impegni per Trento è arrivato dunque il momento della verità e, come dichiara Morgan, “quando si affrontano avversari come Milano non ci si può limitare a fare una buona partita per avere la speranza di strappare il successo. Occorre fare di più, dobbiamo essere tutti concentrati e fare meglio in ogni piccolo dettaglio”.

 

L’inizio non è dei più rosei, con Milano che si prende subito il vantaggio e attira i trentini portandoli a commettere falli inutili. La risposta di Trento però non tarda ad arrivare con il parziale di 8-2, inflitto principalmente da Maye e Williams. Milano ritorna al comando, ma per l’Aquila si fa sentire Maye, precisissimo dalla lunga distanza in questi primi minuti. Anche Sanders si aggrega alla pioggia di triple, portando i bianconeri a +5. Accelera subito però l’Olimpia, che trova velocemente i canestri necessari a concludere il primo quarto in testa (16-20).

 

Continua a infierire Milano in apertura del secondo quarto, arrivando a toccare il +7. Si riaccende però Williams, che praticamente da solo riaccorcia fino ad un possesso di distanza. Torna a colpire l’Olimpia, che cerca di replicare quanto successo nelle scorse gare prendendo il largo nel secondo periodo. Trento prova a rispondere negli ultimi minuti, riuscendo anche a trovare qualche punto dal tiro libero. Non basta però a riportarsi al passo con le scarpette rosse, che all’intervallo sono ancora avanti di 7 (29-36).

 

Il terzo quarto si apre nel segno dell’Aquila, che tocca il -2 dopo appena un minuto di gioco. Punter riporta gli ospiti fuori dalla portata dei trentini con una tripla improbabile dalla lunghissima distanza. Continuano ad attaccare i bianconeri, che però si sono bloccati e non riescono più a trovare il canestro. Ne approfitta l’Olimpia, che torna a +9. Due coast-to-coast di Martin accendono la cavalcata di Trento, che ritrova Morgan e arriva anche a -5 prima di chiudere il quarto (45-52).

 

Non si arrendono i bianconeri, decisi a dare filo da torcere a Milano fino alla fine. Trento si avvicina lenta ma inesorabile, guadagnandosi anche il bonus con 6 minuti ancora sul cronometro. Si riaccende anche l’Olimpia che invece vuole chiuderla qui, ma non ha ancora fatto i conti con Morgan e Browne, che insieme chiudono il divario con poco meno di 3 minuti da giocare. Milano si rimette subito avanti e con la tripla di Rodriguez e il canestro di Hines è di nuovo +7. Trento ci prova, ma ormai è andata: l’Olimpia vince la partita e si qualifica alle semifinali mentre per i bianconeri la stagione si conclude qui ().

 

MARTIN 7 – Nei primi quarti è un po’ mogio, ma poi tira fuori un’energia impressionante, rischiando di recuperare la partita tutto da solo. Complimenti per la reazione di orgoglio, una degna conclusione della stagione.

JOVANOVIC – N.E.

PASCOLO – N.E.

CONTI 6 – Gioca poco, ma in quei minuti riesce a tenere bene Datome in difesa, un’impresa non da poco vista la sua giovane età.

BROWNE 6,5 – I primi due falli sono un errore abbastanza importante e per gran parte della partita non brilla particolarmente. Si distingue alla fine, quando reagisce e arriva quasi a mettere avanti i bianconeri sul finale.

FORRAY 6 – Quando entra lui la palla circola molto meglio del solito e si trovano più azioni pulite che quando in campo c’è Browne. Unico problema il tiro, campo in cui stasera soffre un po’.

SANDERS 5,5 – Questa non è la sua serata in attacco, dove colleziona principalmente errori. In difesa invece fa abbastanza bene, soprattutto non rischia di fare falli inutili.

MEZZANOTTE – N.E.

MORGAN 6,5 – I primi quarti sono un disastro, con vari airball ed altri errori. Nella seconda metà si riprende, segnando alcuni dei canestri che hanno fatto sognare i trentini sul finale.

WILLIAMS 7,5 – Conclude la stagione con un’altra delle sue ottime prestazioni sotto canestro. Senza di lui Trento sarebbe crollata molto prima, ma purtroppo non basta a portarla oltre la linea del traguardo per un’ultima volta.

LADURNER – S.V.

MAYE 6 – Molto preciso nei primi minuti, quando inaugura la partita con due triple di fila. Purtroppo però i problemi di falli lo costringono in panchina troppo presto.

MOLIN 7 – Vincere sarebbe piaciuto a tutti, ma se bisognava perdere non lo si poteva fare in modo migliore. A parte aver portato la squadra ai playoff (impresa che sembrava impossibile) Molin ci ha anche regalato una partita al cardiopalma come finale di stagione. Molto di più non gli si poteva chiedere. Vedremo cosa sarà capace di fare l’anno prossimo se verrà confermato.

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO (0) - ARMANI EXCHANGE MILANO (3)  65-74

(16-20; 13-16; 16-16; 20-22)

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO. Martin 13, Jovanovic, Pascolo, Conti, Browne 9, Forray 2, Sanders 3, Mezzanotte, Morgan 12, Williams 16, Ladurner, Maye 10. Allenatore: Emanuele Molin.

ARMANI EXCHANGE MILANO. Punter 14, Leday 9, Moraschini 13, Roll 11, Rodriguez 5, Biligha 2, Cinciarini, Delaney 4, Brooks, Hines 8, Datome 8, Wojciechowski. Allenatore: Ettore Messina.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 giugno - 20:03
Il piccolo è stato vittima di un grave incidente avvenuto sabato mentre si trovava in bici. Trasportato in gravi condizioni al Santa Chiara, [...]
Cronaca
21 giugno - 16:30
“Non ci sono buoni e cattivi, ma solo persone diverse con esigenze diverse”. Questo il commento della nuova consigliera comunale dopo il primo [...]
Cronaca
21 giugno - 20:27
L'incidente è avvenuto a Borgo Valsugana in serata nella centrale via Spagolla. Dalle prime informazioni la giovane indossava il casco che ha [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato